Fly Go Ryanair: assistenza per i voli cancellati

Fly Go Ryanair: in riferimento ai recenti problemi causati dalla cancellazione di una grande numero di voli da parte della compagnia Ryanair, Fly Go conferma il suo impegno nel ridurre il disagio dei viaggiatori che stanno cercando di affrontare questo grave inconveniente.

Il customer care dell’azienda è attualmente al lavoro per aiutare le migliaia di persone che hanno effettuato l’acquisto del biglietto tramite Fly Go e che, rivolgendosi alla società, possono ottenere il rimborso del biglietto oppure optare per voli alternativi.

Senza nessun obbligo, Fly Go sta operando in risposta alle migliaia di richieste d’aiuto dei propri clienti che, pur potendo operare in autonomia tramite il sito di Ryanair, stanno ottenendo proprio quell’assistenza prevista dal tanto vituperato pagamento della commissione d’agenzia che, mai come in questo caso, rende esplicita la differenza tra il fai da te al limite dell’abbandono e la volontà di Fly Go di essere a fianco del cliente in tutte le sue necessità.

Inoltre, il dipartimento di customer care offre, ai clienti Fly Go, consulenza in materia di diritti del passeggero, in particolare in caso di cancellazione del volo, in conformità con il regolamento Europeo (CE) nr. 261/2004.

Proattivamente, Fly Go sta contattando i clienti per indicare loro le diverse opzioni previste: il rimborso (che viene ottenuto da Fly Go in quanto intermediario e riaccreditato sul conto del cliente) o la ripianificazione di un nuovo volo con le relative prenotazioni e conferme, senza nessun costo aggiuntivo.

Fly Go si sta facendo carico anche dell’invio dei voucher da 80 euro che la compagnia ha deciso di dare ai viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni.

 

Per ogni acquisto di servizi di viaggio, Fly Go garantisce:

  • una puntuale e precisa assistenza alla pianificazione dei viaggi;
  • un motore di ricerca avanzato per voli di linea, low cost e combinati, a prezzi ridotti e a orari più flessibili;
  • collaborazione con tutte le compagnie aeree low cost e di linea del mondo;
  • guide turistiche delle tue destinazioni;
  • prenotazione di voli, alberghi e noleggio auto;
  • ogni tipo di assistenza in caso di disservizi da parte della Compagnia aerea.

Approfondisci  

Granada cosa vedere in un viaggio romantico

Granada cosa vedere e le attrazioni da non perdere per un weekend in compagnia della vostra dolce metà!

Granada cosa vedereGranada cosa vedere

Separata dall‘Africa dal mare della Costa Tropicale e protetta dalle montagne della Sierra Nevada, Granada è una delle città più suggestive dell’Andalusia.
Non è spesso citata tra le mete consigliate per una vacanza romantica ma, grazie alla sua atmosfera e alle sue strade invase dai profumi intensi e dai colori accesi dei fiori, Granada non ha nulla da invidiare a Parigi o a Venezia.

Granada cosa vedere

Questa città è stata per secoli uno dei centri culturali più brillanti della Spagna nonché, dimora di artisti come Federico Garcia Lorca e Salvador Dalì e, ad oggi, è una testimonianza della meravigliosa arte Almohade e rinascimentale.

Per vedere la città in tutta la sua autenticità vi consigliamo una passeggiata per le vie del quartiere di Albayzín, un vero e proprio museo a cielo aperto dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1984.
Godetevi una passeggiata tra i profumi delle Carmens, le case tipiche, ornate dalle bouganvilles, una vista mozzafiato della città da uno dei miradores, datevi un bacio in Calle Beso e rifocillatevi nelle teterias, arabeggianti e romantiche case del tè.

Granada cosa vedere

 

Non perdete una visita alla gemma di Granada, l’Alhambra, la fortezza costruita dai Musulmani nel XIII secolo, custode di meravigliosi giardini e Patrimonio dell’Umanità; e al Palazzo Generalife, una vera e propria oasi di pace circondata da antiche fontane e giardini, perfetta per una passeggiata mano nella mano.

Granada cosa vedere

Dopo aver visitato la città concedetevi qualche ora di relax di coppia in un Hammam, bagni arabi, che offrono percorsi in acqua calda e fredda per liberare il corpo dalle tossine, massaggi con oli profumati e pietre calde e trattamenti per la pelle a base di uva rossa.

Granada cosa vedere

Per concludere al meglio il vostro weekend romantico recatevi al Mirador de San Nicolas da cui potrete ammirare un meraviglioso tramonto sulle mura dell’Alhambra e della Sierra Nevada sullo sfondo, accompagnati dalla musica dei suonatori di strada e da una tipica tapas!

Lasciatevi trasportare dalla magia di questa città, su Fly Go trovate tutti i voli per Granada!

 

Approfondisci  

Snowboard 2016 Les Deux Alpes!

Snowboard 2016 Les Deux Alpes, una località perfetta per una vacanza all’insegna dell’avventura e dello sport!

 Snowboard 2016 Les Deux Alpes

Snowboard 2016 Les Deux Alpes

Sia in estate che in inverno questa località francese attira moltissimi turisti ansiosi di mettersi alla prova nelle numerose attività sportive offerte dai diversi complessi.

Durante l’inverno il comprensorio sciistico comprende più di 200 km di piste, che collegano i due versanti Pied Moute e Vallee Blanche.
Grazie alla quantità delle piste e al loro diverso livello di difficoltà, tutti possono godersi qualche giornata di sci: dalle piste nere per i più esperti fino a quelle servite da skilift gratuiti per consentire ai principianti di imparare senza dover acquistare uno skipass. Per i freeriders sono disponibili percorsi protetti dalle valanghe su entrambi i versanti, mentre verso La Grave si trova Les Vallons de la Meije, una zona attrezzata e conosciuta da tutti gli appassionati di fuoripista.
Snowboard 2016 Les Deux Alpes


Les Deux Alpes, inoltre, è diventato un punto di riferimento per tutti gli amanti dello snowboard e per chi passa l’inverno a cimentarsi tra i salti, le curve ed i rails. A 2600 metri, infatti, si trova il 2 Alpes Freestyle Land, uno snowpark di fama internazionale composto da: bordercross di 185 m di dislivello e lungo più di 1 Km, Slope Style, Half Pipe di 120 m di lunghezza, 3 zone per il freestyle, l’Axe pipe, il Big Air.
Qui si trovano impianti diversi che potete scegliere a seconda della vostra esperienza, i principianti possono cominciare dall’Easy Park mentre chi preferisce un’ambientazione più urbana può cimentarsi nelle evoluzioni nella Park Avenue. Conclusi i salti e i fuoripista si può trovare ristoro nella Cool Zone, provvista di sdraio, musica e barbecue.

 

Snowboard 2016 Les Deux Alpes

Oltre allo scii e snowboard sono tantissime le attività alternative offerte dalle Deux Alpes, come ad esempio le escursioni con le racchette da neve alla scoperta dei meravigliosi scenari montani, le scalate delle cascate ghiacciate, le corse su moto e quad e le attività di speed riding, il parapendio con la tavola o gli sci.

Snowboard 2016 Les Deux Alpes

Siete pronti ad affrontare la neve? Su Fly Go trovate tutti i voli per Les Deux Alpes!

Approfondisci  

App per viaggiare 2016: la top 5!

App per viaggiare 2016: Citymapper, WifiMap e tutte le migliori applicazioni indispensabili per viaggiare!

App per viaggiare 2016App per viaggiare 2016

Quante volte vi è successo di trovarvi in un paese sconosciuto e non sapere come muovervi, trovare i punti d’interesse o le zone coperte dal wifi? Ormai ci sono tantissime applicazioni da scaricare per viaggiare in tranquillità e sempre connessi, ecco la nostra top 5!

App per viaggiare 2016: Citymapper

App per viaggiare 2016

L’introduzione di Citymapper su iOS e Android è stata una svolta per chiunque utilizzi i mezzi pubblici: questa applicazione non solo vi consiglia il percorso migliore e più veloce per arrivare a destinazione, ma vi dice a che fermata dovete scendere, vi indica tutti i ritardi delle linee su cui state viaggiando e conta quante calorie avete consumato durante il tragitto. Una vera e propria guida gratuita disponibile per più di 40 città nel mondo.

App per viaggiare 2016: WifiMap

Utilizzare internet al di fuori dell’Italia spesso non è compreso nel piano tariffario e può risultare molto costoso. Grazie a questa applicazione, che ovviamente funziona anche offline, potrete trovare sulla mappa gli hotspot più vicini e le reti wifi gratuite comprese di password di accesso. WifiMap è disponibile sia per iOS che per Android ed è completamente gratuita.

App per viaggiare 2016: Party With a Local

App per viaggiare 2016

Se siete appena arrivati in una città, siete amanti delle feste e non conoscete nessuno questa è l’app che fa per voi! Iscrivendosi attraverso il proprio profilo Facebook è possibile mettersi in contatto con altre persone del posto e trovare subito nuovi amici con cui uscire. Party With a Local è gratuita e giù utilizzata da moltissimi utenti!

App per viaggiare 2016: Trova la mia medicina

Durante una vacanza può capitare di ammalarsi e di aver dimenticato le medicine che, in altri paesi, possono avere un nome diverso da quello che conosciamo. Trova la mia medicina permette agli utenti di ritrovare all’estero l’equivalente di un farmaco italiano, è gratuita, semplice da usare e indica sulla mappa la farmacia più vicina.

App per viaggiare 2016

App per viaggiare 2016: Going abroad

Ogni paese ha le sue regole in termini di sicurezza stradale: Going abroad segnala tutte quelle da seguire in tutti i paesi europei come limiti di velocità, utilizzo del casco e altre informazioni utili per tutti i viaggiatori. L’app è gratuita e disponibile per tutte le piattaforme.

App per viaggiare 2016

Le avete scaricate tutte? Non vi resta che girare il mondo con  Fly Go!

Approfondisci  

Sagre tartufo 2016: un viaggio nel gusto

Sagre tartufo 2016: l’Italia è il maggior produttore di tartufi, durante il mese di novembre ci saranno tantissime sagre in cui scoprire tutti i segreti di questo prelibato ingrediente: ecco le migliori!

Sagre tartufo 2016Sagre tartufo 2016

 

Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, Alba
Fino al 27 novembre

La più importante fiera del tartufo in Italia si svolge nel pittoresco Cortile della Galleria la Maddalena, insieme all’esposizione dei migliori prodotti piemontesi come le Nocciole Piemonte IGP e le Castagne di Cuneo IGP. Durante questo mese le colline delle Langhe si tingono dei colori autunnali e vengono invase dal profumo dei tartufi: un incontro imperdibile per tutti gli appassionati!

Sagra del Tartufo Bianco Pregiato, Savigno
12-13 e 19-20 novembre

Durante i weekend di metà novembre il tartufo bianco sarà protagonista del pittoresco e antico comune di Savigno durante la 33esima edizione della Sagra del Tartufo Bianco Pregiato. Qui avranno luogo seminari, assaggi e incontri dedicati ai visitatori: siete pronti a scoprire tutti i segreti per cucinare al meglio i tartufi?

 

Sagre tartufo 2016

Mostra mercato del Tartufo bianco delle Crete Senesi, San Giovanni d’Asso
12-13 e 19-20 novembre

Meglio bianco o nero e quale vino abbinare? Come trovare i migliori esemplari? Potrete trovare le risposte a tutte le vostre domande durante gli eventi di questa famosissima fiera: un palinsesto ricco di appuntamenti e seminari tenuti dai migliori tartufai del paese.

Sagre tartufo 2016

Sagre tartufo 2016: Fiera del Tartufo, San Miniato
12-13 e 19-20 novembre

Durante la 46esima edizione della Fiera del tartufo il borgo di San Miniato si trasformerà un laboratorio del gusto a cielo aperto, ospitando i migliori esemplari di tartufi e centinaia di incontri dedicati ai sapori e alle specialità gastronomiche di questa terra.

Sagre tartufo 2016

Parti per un weekend all’insegna del gusto, scegli la tua destinazione preferita e trova le migliori offerte con Fly Go!

Approfondisci  

Mantova capitale della cultura…e non solo!

Mantova capitale della cultura 2016, avete ancora tempo per visitare questa suggestiva città e partecipare agli eventi che avranno luogo durante l’autunno: ecco gli incontri migliori della stagione!

Mantova capitale della culturaMantova capitale della cultura 2016

 

Mantova Effetto Notte, Palazzo Te
22 ottobre – 18 dicembre

Lo storico Palazzo Te ospita una mostra con una serie di cinquanta scatti che immortalano monumenti, palazzi e strade di una Mantova dormiente, in cui i colori dominanti sono il bianco e il nero. L’autore è Marcello Tumminello, che da anni racconta la storia della sua città catturandone l’anima con la sua macchina fotografica.

 

Gianni Del Bue: Trame d’acqua: dal Tanaro al Mincio, Casa del Mantegna
13 ottobre – 14 novembre

Mantova capitale della cultura

Nelle meravigliose sale della casa di Andrea Mantegna, sono esposti quasi 100 opere di Gianni Del Bue: un percorso nella mente questo artista,  tra metamorfosi e trasmutazioni, alla scoperta delle Langhe e del fascino di Mantova. L’artista descrive i paesaggi attraverso una rivisitazione delle forme d’arte che hanno segnato la storia, dalle origini alle avanguardie.

 

Aligi Sassu: La Divina Commedia, Casa del Mantegna
25 novembre 2016 – 8 gennaio 2017

Mantova capitale della cultura

Aligi Sassu fu uno dei più giovani artisti del 900, scoperto da Marinetti all’età di 16 anni, viaggiò tra l’Italia e la Spagna ispirandosi ai paesaggi dell’Isola di Mallorca.
Uno dei suoi lavori più conosciuti è la realizzazione della “Divina Commedia”: 113 tavole che rappresentano alcune scene descritte da Dante Alighieri nel suo celebre poema, che saranno esposte al pubblico in un’imperdibile mostra gratuita.

 

Mantova Musica 2016
Gennaio 2016 – Dicembre 2016

Mantova capitale della cultura

Durante tutto l’anno di Mantova capitale della cultura la musica ha invaso le strade della città e non sarà da meno durante gli ultimi mesi del 2016. Il 6 novembre avrà luogo il Gran Galà Lirico, in cui si esibiranno i giovani talenti vincitori della XVIII° Edizione del Concorso Internazionale di Canto “Alfredo Giacomotti”, mentre il 13 novembre la promessa del pianoforte Chen Guang eseguirà un repertorio che abbraccerà i più conosciuti compositori di ogni epoca. Potrete scoprire tutti gli eventi sul sito ufficiale di MantovaMusica.

Mentre passate da un museo all’altro e da un concerto a una mostra fotografica non dimenticate di visitare la città, dichiarata nel 2008 Patrimonio dell’Unesco grazie alle sue bellezze artistiche ed architettoniche rinascimentali: su Fly Go trovate tutti i voli per Mantova!

Approfondisci  

Avignone 2016 – dieci cose da vedere!

Avignone 2016:
nel ‘300 la città francese è stata il centro del potere papale e, ad oggi, racchiude tantissimi tesori artistici e architettonici da non lasciarsi sfuggire. Ecco dieci cose da vedere ad Avignone!


Avignone 2016
Avignone 2016

1. Palazzo dei Papi

Avignone 2016 10 cose da vedere

Questo maestoso palazzo fu costruito in soli 20 anni per accogliere Papa Clemente V che, nel 1305, dovette fuggire da Roma portando il centro del potere papale ad Avignone per 70 anni. È stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco ed è uno degli edifici gotici più grandi d’Europa.

2. Cattedrale di Notre-Dame-Des-Doms
È l’edificio di culto più antico della città, fu edificato prima del Palazzo dei Papi nel XII secolo e sulla sua sommità si trova la Statua della Madonna che, con una mano protegge Avignone e con l’altra la benedice.

3. Il Museo del Petit-Palais di Avignone
Il museo si trova all’interno del Palazzo Piccolo di Avignone, sede degli arcivescovi a seguito del Papa durante la cattività avignonese e, ad oggi, ospita meravigliose opere d’arte di: Sano di Pietro, Cecco di Pietro, Carlo Crivelli e Sandro Botticelli.

4. Les luminessences

Avignone 2016 10 cose da vedere

Ogni anno, sulle pareti del Palazzo dei Papi vengono proiettate delle immagini in 3D che raccontano la storia della città e dei papi che l’hanno abitata: uno spettacolo coinvolgente adatto a grandi e piccini!

5. Il Museo Angladon di Avignone
Questo museo fu commissionato dall’industriale parigino Doucet che volle inserire le opere in un contesto domestico, tra sontuosi salotti e lussuose camere da letto. Qui si trova l’unico quadro di Van Gogh rimasto in Provenza e molte altre tele di Modigliani, Degas, Manet, Sisley, Daumier, Forain, Picasso e Cézanne.

6.Pont St Bénézet

Avignone 2016 10 cose da vedere

Un altro simbolo della città, insieme al Palazzo dei Papi, è il Ponte St Bénezet di Avignone edificato nel XII secolo per collegare Avignone alla cittadina di Villenueve. Nel ‘600 il ponte ha subito due piene che hanno lasciato in piedi solo 4 delle 22 arcate originarie, lasciandolo, così, “sospeso” sul Rodano.

7. Rue des Teinturiers
Questo sentiero segue il corso del Sorgue e ed è costeggiato da platani e muretti su cui sono ancora visibili alcune delle ruote a pale che fino al XIX secolo azionavano i telai utilizzati per confezionare scialli. Lungo il percorso è possibile vedere il campanile dei Cordeliers, luogo in cui si dice sia stata sepolta Laura, musa di Petrarca.

8. Place de l’Horloge

Avignone 2016 10 cose da vedere

Place de l’Horloge è la piazza principale di Avignone  e ospita tanti locali e ristorantini caratteristici. Qui, inoltre, si trova una graziosa giostra di cavalli d’epoca, uno dei soggetti più fotografati della città!

9. Le mura antiche
Le mura, costruite nel 1355 durante il pontificato di Papa Innocenzo VI, abbracciano il borgo della città con più di 4 chilometri di solida pietra ornati da rilievi che meritano sicuramente una visita.

10. Rue Banasterie
La via più pittoresca di Avignone è la Rue Banasterie che comincia dalla Rocca dei Doms fino al quartiere dei Banastiers, ovvero gli artigiani del vimine, in cui si trovano bellissimi palazzi antichi.

Avignone 2016 10 cose da vedere: non perdetene nemmeno una! Su Fly Go trovate tutti i voli per Avignone!

Avignone 2016 10 cose da vedere

Approfondisci  

Praga 2016 weekend con gli amici e divertimento!

Praga 2016 weekend: se avete in programma di fare un viaggio con gli amici, visitate la capitale Ceca e non ve ne pentirete!

Praga 2016 weekend
Praga 2016 weekend

Praga è una città che ha saputo fondere tradizione e innovazione, diventando una delle mete più frequentate dai turisti e una delle capitali europee.
Il modo migliore per visitare Praga è passeggiare per le strade dei suoi quartieri, che racchiudono l’anima della città.
Malá Strana è il Quartiere Piccolo ed è rimasto intatto dopo l’incendio che lo distrusse nel 1541, sui palazzi è ancora possibile, infatti, vedere i simboli utilizzati nel Medioevo come unicorni, aquile e violini.
Raggiungete il quartiere percorrendo il gotico Ponte Carlo e passeggiate lungo Via Nerudova, in cui si trovano alcuni dei palazzi più belli di Praga.

Praga 2016 weekend

Proseguite ora verso la Cattedrale di San Vito, la splendida cattedrale gotica commissionata da Re Giovanni di Lussemburgo. La sua costruzione proseguì per 600 anni e il risultato, ad oggi, è uno dei più grandi e maestosi edifici gotici di tutta l’Europa. Prima di entrare soffermatevi ad osservare la Porta D’Oro, impreziosita da un milione di tessere colorate che incorniciano Carlo IV e sua moglie Elisabetta di Pomerania.
All’interno della cattedrale si trova la cappella di San Venceslao, che custodisce le reliquie del Santo Protettore di Praga.

Praga 2016 weekend

Stare Mesto, La Città Vecchia, è il quartiere in cui si trova la Piazza della Città Vecchia, da secoli punto nevralgico di Praga e sede dei suoi avvenimenti più importanti.
Nella piazza si trova il Municipio con la Torre dell’Orologio Astronomico, che suona ogni ora animando le statue dei 12 apostoli grazie a un complicato meccanismo di cui il suo autore, il maestro orologiaio Hanus, non rivelò mai il funzionamento.
A destra dell’orologio si trova il più bel palazzo in stile rococò della città, il Kinsky, che per decenni ospitò una scuola di tedesco frequentata anche da Franz Kafka, il celebre scrittore.
Un altro edificio che si trova nella piazza e merita una visita è la Chiesa della Vergine Maria davanti a Tyn, che prende il nome dalla sua posizione davanti all’antico mercato di Tyn. L’esterno della chiesa è in stile gotico, mentre all’interno, nel 1600, sono stati aggiunti dettagli in stile barocco.

Praga 2016 weekend

Ma Praga è una città che sa unire passato e modernità e la prova è la Casa Danzante, due palazzi costruiti negli anni ‘90 dall’architetto F.O Gerhy, che simulano una coppia di danzatori ispirati alla coppia di ballo formata da Ginger Rogers e Fred Astaire. La costruzione si sposa perfettamente con i palazzi circostanti risalenti all’800 e l’effetto visivo che regala è davvero straordinario.

Praga 2016 weekend

Dopo aver visitato la città è il momento di scoprire la vita notturna di Praga: nella Città Vecchia si concentrano i migliori locali e discoteche della città, ad esempio il Duplex in Piazza Venceslao, il Klub Lávkam in Piazza della Città Vecchia, il Lucerna Music Bar e la Karlovy Lázne vicino al Ponte Carlo, la discoteca più grande dell’Europa centrale, che conta ben cinque piani.

 Praga 2016 weekend

Praga 2016 weekend: cosa aspettate a fare le valige? Su Fly Go trovate tutti i voli per Praga!

 

Approfondisci  

San Pietroburgo 2016 cosa vedere in Russia.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere: scoprite con noi i luoghi più belli e le attrazioni da non perdere in una delle città europee più affascinanti, San Pietroburgo!

San Pietroburgo 2016 cosa vederSan Pietroburgo 2016 cosa vedere:

San Pietroburgo è una città relativamente giovane ma che ha fatto da palcoscenico ad alcuni degli avvenimenti più rilevanti della storia europea, ed è stata fonte di ispirazione di moltissimi artisti e scrittori.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere

La prima costruzione, da cui poi partì quella dell’intera città, fu quella della Fortezza dei Santi Pietro e Paolo sull’isola di Petrograd, commissionata nel 1703 da Pietro il Grande per prevenire gli attacchi dell’esercito svedese.
La fortezza non ebbe mai un ruolo difensivo, bensì venne utilizzata come prigione per gli oppositori del regime, tra loro furono incarcerati il fratello maggiore di Lenin, il figlio di Pietro I e lo scrittore Dostoevskij.  All’interno dell’isola si trova anche la Cattedrale consacrata ai Santi Pietro e Paolo che custodisce i sepolcri monumentali dei Romanov.

La prossima tappa è davvero imperdibile e vale da sola un viaggio a San Pietroburgo: il Museo Statale Ermitage. Qui è custodita la più importante collezione di quadri del mondo, più di tre milioni, tra cui troviamo opere di Raffaello, Caravaggio, Leonardo Da Vinci, Picasso, Cezanne e tantissimi altri celebri artisti.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere

Dopo una visita all’Ermitage spostatevi in Piazza del Popolo, dove si trova un altro magnifico edificio: il Palazzo d’Inverno. Questo palazzo è uno dei più importanti della città e ha svolto ruoli diversi nel corso dei decenni: da residenza invernale degli zar e sede reale del governo russo dopo l’abdicazione di Nicola II, fino a diventare parte del Museo Ermitage. La facciata dell’edificio è bianca e verde e decorata da 400 colonne ioniche ed è un altro gioiello del patrimonio architettonico della città.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere

Proseguite ora verso la Cattedrale di Sant’Isacco, iniziata sotto lo zar Alessandro e ingrandita da Nicola I, è la cattedrale più sfarzosa e imponente della Russia: i suoi interni sono ornati da 14 tipi di marmi diversi, oro, statue e lapislazzuli. La cupola è l’orgoglio della città, rivestita da 100 kg di lamine d’oro e popolata da 350 statue.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere

La Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato sorge sul luogo in cui Alessandro I venne ferito a morte in un attentato, è famosa per le sue cupole “a cipolla” ma soprattutto per i meravigliosi mosaici che rivestono le pareti interne, che creano una maestosa opera d’arte unica nel suo genere.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere:

Lasciatevi rapire dalla bellezza di questa città e dal suo patrimonio culturale, su Fly Go trovate tutti i voli per San Pietroburgo!

Approfondisci  

Città sostenibili Siviglia record di ciclisti!

Città sostenibili: Siviglia ha deciso di diventare la nuova capitale delle bici in Europa costruendo chilometri di piste ciclabili per incoraggiare il movimento eco-sostenibile da parte dei suoi cittadini.


Città sostenibili Siviglia
Città sostenibili Siviglia

Seguendo il modello dei Paesi Bassi e della Danimarca, che hanno il primato di “paradiso per le due ruote”, la città spagnola è venuta incontro al bisogno degli abitanti di muoversi in modo sicuro per le strade in sella alla propria bicicletta.
Le nuove piste non sono al livello della strada come quelle di Londra, in cui i ciclisti sono protetti da una semplice linea blu segnata sull’asfalto, ma arrivano all’altezza dei marciapiedi, garantendo così più sicurezza e riducendo il rischio di incidenti tra ciclisti e automobilisti.

Da quando i 120 chilometri di “superpiste” sono entrate a far parte del panorama della città, i ciclisti sono aumentati dai 6.000 degli scorsi anni a più di 70.000, contribuendo ad abbassare il livello dell’inquinamento.
Per incoraggiare i cittadini e i turisti ad usare le due ruote, il comune permette ai viaggiatori che arrivano nella principale stazione degli autobus di utilizzare lo stesso biglietto per noleggiare per tutta la giornata una delle 200 biciclette messe a disposizione dal servizio di noleggio Sevici.
All’università, inoltre, sono disponibili programmi che prevedono di fornire agli studenti una bicicletta per tutta la durata dell’anno accademico.

Quale modo migliore quindi per visitare Siviglia se non pedalando? Ecco qualche attrazione da non perdere consigliata da Fly Go!

La Cattedrale de Santa Maria di Siviglia
, il più imponente monumento di culto cristiano dopo la Chiesa di San Pietro a Roma in parte gotica e in parte rinascimentale.

La Plaza de España, costruita nel 1929, di forma circolare in modo da simboleggiare un “abbraccio” alle nuove colonie spagnole e decorata con mattoni, ceramiche e marmi colorati.

I Reales Alcazares, i Palazzi Reali, i cui gli stili e decorazioni vanno dall’arte islamica al neoclassico, creando un affascinante contrasto.

La Giralda, la torre campanaria della Cattedrale, edificata nel 1956 nello stile degli Almohadi che rifiutavano il lusso in favore della raffinata semplicità.

Città sostenibili Siviglia

Siete pronti a pedalare per queste meravigliose strade? Su Fly Go trovate tutti i voli per Siviglia!

Città sostenibili Europa Siviglia

Approfondisci