Mostre Vienna 2016: il meglio dell’autunno!

Mostre Vienna 2016: questo autunno l’arte sarà protagonista nella capitale austriaca!
Per voi cinque appuntamenti da mettere subito in agenda:

Mostre Vienna 2016

Mostre Vienna 2016: Inspiration Photography, Da Makart a Klimt, Museo Belvedere
Fino al 30 ottobre

Mostre Vienna 2016

La diffusione della fotografia destò non poco timore negli artisti che, per anni, la guardarono con sospetto, temendo che potesse sostituire la loro arte. Altri invece, tra cui Klimt e Makart, la utilizzarono fin da subito come aiuto mnemonico per i soggetti da dipingere e poi come strumento artistico, sperimentando e lasciandosi ispirare. In questa mostra sono esposti 250 scatti e due macchine fotografiche dei primi del 900, un viaggio nella scoperta della fotografia visto attraverso gli occhi dei due pittori.

Mostre Vienna 2016: Viennacontemporary
22 settembre – 25 settembre

Ogni anno, durante questo festival dedicato all’arte e alla cultura, vengono allestite in tutta la città 102 gallerie in cui sono esposti i lavori di centinaia di artisti provenienti dall’Europa centrale, orientale e sud orientale. L’evento sarà arricchito da ospiti internazionali, rassegne e incontri con gli artisti.

Mostre Vienna 2016: Lunga Notte dei Musei
1° ottobre

Mostre Vienna 2016

Durante la serata del 1 Ottobre, dalle 18.00 in poi, Vienna verrà animata da performance, letture dal vivo, e rassegne che accompagneranno l’apertura notturna di più di cento musei. Acquistando un solo biglietto sarà possibile visitare tutte le gallerie della città, partecipare agli eventi e usufruire dei mezzi pubblici.

Mostre Vienna 2016: Eyes On – Il Mese della Fotografia di Vienna
25 ottobre – 30 novembre

Un evento imperdibile per ogni appassionato di scatti d’autore, durante questo mese si terrà il più importante evento di fotografia del paese. Parteciperanno all’esposizione numerosi musei, centri d’arte e gallerie che tratteranno diversi temi: dalla fotografia storica e contemporanea a quella documentaristica e di oggetti quotidiani.

Mostre Vienna 2016: Divinità straniere. Il fascino dell’Africa e dell’Oceania, Museo Leopold
23 settembre – 9 gennaio

Mostre Vienna 2016

Anni fa Picasso disse di aver trovato “il vero significato della pittura” nelle maschere tribali esposte a Parigi al Museo Etnografico, da questo momento in poi molti artisti trovarono ispirazione nei graffiti e nelle opere delle etnie primitive. Il fondatore del museo, Rudolf Leopold, ha raccolto una collezione di questi oggetti per esporli insieme ai lavori degli artisti influenzati da queste tecniche pittoriche e scultoree: Modigliani, Derain, Nolde, Kirchner, Ernst e Picasso.

Siete pronti per un weekend culturale? Su Fly Go trovate tutti i voli per Vienna!

Approfondisci  

Marrakech 2016 cosa vedere in due giorni

Marrakech 2016 cosa vedere in due giorni nella città delle Mille e una notte? Riuscirete in un solo weekend ad innamorarvene?

Marrakech 2016 cosa vedere

Marrakech 2016 cosa vedere in due giorni:

La Medina
Un viaggio a Marrakech non può che iniziare dalla Medina, il quartiere storico della città. Tra strette viuzze, mosaici e palazzi dai colori sgargianti, scoprirete il carattere di questa città. All’interno della Medina si trova il caratteristico souq, il mercato marocchino in cui potrete trovare spezie, gioielli, seta e banchetti che offrono ogni sorta di specialità gastronomiche locali. Perdersi fa parte della visita stessa, lasciatevi trasportare dai profumi della città vecchia e dalla vivacità delle sue strade.

Palazzo El Bahia

Marrakech 2016 cosa vedere

Questo palazzo è un esempio della splendida architettura tradizionale marocchina e prende il nome da Bāhiya, la moglie preferita del vizir Aḥmad b. Mūsā, che lo abitò dagli ultimi anni del 1800.
All’interno di questo edificio vengono spesso organizzate mostre d’arte e concerti e, quando non ospita la famiglia reale, è aperto al pubblico. Le 160 stanze sono riccamente decorate da mosaici, soffitti di cedro intagliato, archi, marmi colorati e circondate da otto ettari di lussureggianti e maestosi giardini.

Jardin Majorelle

Marrakech 2016 cosa vedere

Progettati nei primi anni del 900 dall’artista francese Jacques Majorelle, questi giardini rappresentano una vera oasi di freschezza nel caldo di Marrakech e una delle attrazioni da visitare prima di ripartire. Al loro interno troverete piante rare, fontane, laghetti e piccoli sentieri. Le pareti sono dipinte di blu Majorelle, una tonalità creata dall’artista stesso, e i vasi, di colore giallo acceso, creano un vivace contrasto che si ispira all’arte marocchina.
Negli anni ‘80 il giardino e il palazzo al suo interno vennero acquistati da Yves Saint Laurent e Pierre Bergé, che lo ribattezzarono Villa Oasis. Nel 2010 la principessa Lalla Salma vi inaugurò la sfilata Yves Saint Laurent et le Maroc proprio in ricordo dello stilista.

Moschea Koutoubia

Marrakech 2016 cosa vedere

Il suo nome significa letteralmente “moschea dei librai” e si ispira ai commercianti che nei secoli vendevano manoscritti religiosi. Offre uno splendido esempio dell’architettura islamica della dinastia degli Almohadi ed è  circondata da giardini verdeggianti in cui potrete passeggiare, tra le rose e gli aranci, osservando il tramonto accompagnati dalla musica degli artisti di strada.

Djemaa El-Fna
Questa piazza, che troverete all’ingresso della Medina, è il centro culturale della città. Nata secoli fa come luogo per le esecuzioni, nel tempo ha subito continue trasformazioni, fino a quando è stata dichiarata Patrimonio orale dell’umanità da parte dell’Unesco. Ciò che ha permesso di ottenere questo titolo è il teatro di strada che prende vita ogni sera grazie a incantatori di serpenti, maghi, cartomanti e cantastorie, che rendono la sua atmosfera ancora più suggestiva e magica.

Lasciatevi incantare dall’Oriente e prenotate il vostro volo per Marrakech su Fly Go!

Approfondisci  

Corsica trekking 2016 itinerari e percorsi!

Corsica trekking 2016: profumi mediterranei, panorami mozzafiato e paesaggi incontaminati: scopriamo una delle isole più amate dagli escursionisti!

Corsica trekking 2016
Avete in programma un viaggio in Corsica all’insegna del trekking? Il nostro primo suggerimento per affrontare questa avventura è di scegliere con cura il percorso più adatto in base al livello della vostra esperienza e dei luoghi che vorreste visitare. Per i più esperti e coraggiosi proponiamo il leggendario Sentier de Grand Randonnée, l’itinerario più lungo d’Europa: un percorso tra montagne e scogliere che percorre tutta l’isola, partendo da Calenzana, fino ad arrivare a Conca in 177 km.
La particolarità che caratterizza questo itinerario è il dislivello, in alcuni punti, infatti, arriva fino a 2200 metri di altezza, regalando scenari indimenticabili.

Corsica trekking 2016

Siete principianti e volete iniziare da qualcosa di meno impegnativo? Nessun problema, il Sentiero dei Doganieri si snoda a picco sul mare da Macinaggio a Centuri e, con i suoi 26 km, può essere percorso in otto ore oppure in due giorni.
Se avete a disposizione qualche giorno in più, potrete proseguire e addentratevi nei sentieri del Parco Naturale della Corsica, zona meno turistica e più autentica, in cui incontrerete anche le Calanche di Piana, grandi rocce di granito di colore rosso annoverate tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco.
Nel parco ci sono 1500 km di cammini che possono essere battuti in 5 o 10 giorni, di difficoltà e caratteristiche diverse, avete solo l’imbarazzo della scelta!

Corsica trekking 2016

Tra questi, il Sentier du Littoral è adatto a chi ha iniziato a praticare questa disciplina da poco e vuole mettersi alla prova, qui i rifugi lungo il percorso sono numerosi e accoglienti e la strada panoramica è circondata dalla tipica macchia mediterranea di cui, a ogni passo, potrete apprezzarne i profumi e gli odori. Il percorso ha una lunghezza di 50 km, con partenza da Saint Florent e arrivo a Ostriconi, e si può coprire in 5 giorni.

Corsica trekking 2016

Il secolare Sentiero della Transumanza viene utilizzato ancora oggi per il trasferimento del bestiame e, grazie alla bellezza dei suoi paesaggi, è frequentato da tutti gli appassionati di trekking. Trovandosi in piena montagna,  può essere affrontato da giugno a settembre e solo dagli escursionisti più allenati. Partite da Calenzana e attraversate luoghi in cui è ancora possibile trovare autentici villaggi di pastori, con una media di 5 ore di cammino al giorno, arriverete a destinazione, a Corscia, in 5 giorni.

Corsica Trekking 2016 dove soggiornare:

Rifugio Ortu di u Piobbu, 20214 Calenzana
Rifugio Ascu Stagnu,  D147, 20276 Asco
R
rifugio Ciottulu di Mori, 20224 Albertacce
Rifugio Chez Felix, 20150 Ota
Rifugio Le Cormoran, 20147 Girolata

E adesso, zaino in spalla! Su Fly Go trovate tutti i voli per la Corsica!

Corsica trekking 2016

Approfondisci  

Matera cosa vedere nella città più antica d’Italia!

Matera cosa vedere nella città più antica d’Italia, nonché capitale europea della cultura 2019?
Scoprite insieme a noi le bellezze e la storia che caratterizzano questo piccolo gioiello del nostro Paese.

Matera cosa vedere

Matera si trova in Basilicata e, con i suoi 10.000 anni di storia custodisce le testimonianze di tutte le civiltà che l’hanno abitata a partire dal Paleolitico fino a oggi. È detta la città dei sassi poiché il suo nucleo urbano originario è nato da grotte naturali scavate nella roccia, che nel tempo si sono modellate fino a formare due suggestivi anfiteatri naturali che portano il nome di Sasso Caveoso e Sasso Barisano. Questi due quartieri, nel 1993, vengono accolti come Paesaggio Culturale nel patrimonio dell’Unesco.

Matera cosa vedere

Matera cosa vedere per fare un tuffo nel passato?

All’interno delle grotte visitabili, potrete osservare tracce di affreschi e utensili risalenti a diverse ere: dal Medioevo al Rinascimento, passando per il  Barocco e fino ai giorni nostri.
Le costruzioni più interessanti di questa piccola città sono le chiese rupestri costruite all’interno dei Sassi, che rappresentano la testimonianza del passaggio dell’uomo dalla fase preistorica al cristianesimo. Tra queste le più suggestive sono: Santa Maria de Idris e San Giovanni in Monterrone, Santa Lucia alle Malve e San Pietro Barisano.

Matera cosa vedere

Santa Maria de Idris si trova nel Sasso Caveoso, costruita nel XIV secolo circa, è stata utilizzata fino agli anni ’40 per celebrare alcune delle festività più importanti della città. Al suo interno potrete osservare meravigliosi affreschi tra cui Madonna con Bambino, situato vicino all’altare e risalente al XVII secolo.

Matera cosa vedere

Inoltre, vicino all’altare, si trova un cunicolo da cui si accede alla cripta di San Giovanni in Monterrone, nato come battistero insieme alla chiesa e diventato poi luogo di sepoltura.

Dopo la visita alle grotte, vi consigliamo di fare quattro passi per le vie del settecentesco centro storico di Matera, dove potrete ammirare un altro lato di questa città, meno antico ma ugualmente carico di storia e di magnifici palazzi nobiliari.
Con l’arrivo della sera, quando i Sassi sono illuminati dalle luci e dalla luna, Matera dà il meglio di sé, l’occasione è unica per passeggiare per le vie del centro o godersi la serata cenando in uno dei ristoranti della città che offrono un’incantevole vista del paesaggio.

Grazie ai suoi tesori Matera è stata nominata capitale europea della cultura 2019, quindi cosa aspettate? Scoprite questa magnifica città con i vostri occhi, trovate tutti i voli per Matera su Fly Go!

Matera cosa vedere

Approfondisci  

Sicilia vacanza gastronomica 2016: tour nel gusto!

Sicilia vacanza gastronomica 2016: qualche idea per visitare le bellezze di questa regione ed assaporarne il gusto!

Sicilia vacanza gastronomica 2016

Grazie ai suoi luoghi Patrimonio dell’Unesco, come Catania, Siracusa e le Isole Eolie, ai suoi siti archeologici e alle magnifiche coste, la Sicilia è una meta perfetta per una vacanza in grado di accontentare la vista e il palato! Ogni luogo, in quest’isola, offre specialità e prelibatezze uniche, da gustare in spiaggia o per le vie del centro e che renderanno il vostro viaggio un vero e proprio tour nel sapore.

Ovunque siate, in Sicilia, la mattina è doveroso iniziare la giornata con una colazione a base di granita e brioche. La tradizionale Brioche col Tuppo, simbolo della pasticceria locale e famosa in tutto il mondo, è morbida, profumata e va rigorosamente inzuppata nella granita al limone o alle mandorle.
Resterete sicuramente a bocca aperta davanti alle vetrine di qualsiasi pasticceria per la quantità di dolci tipici che presentano: cassate, cannoli, frutta martorana, pasta di mandorle e cassatelle sono solo alcune delle specialità che faranno perdere la testa ai più golosi.

 Sicilia vacanza gastronomica 2016

I cannoli sono un must della cucina sicula: l’antica ricetta vuole che siano rigorosamente di pasta dolce e croccante ripiena di ricotta di pecora, guarnita con gocce di cioccolato, pistacchio o scorze d’arancia.
La cassata è la regina dei dolci: ricotta zuccherata, frutta candita e pan di spagna sono gli ingredienti principali di questa torta colorata e sfiziosa, che viene cucinata in modo diverso a seconda delle tradizioni di ogni zona. Per scegliere la vostra preferita non vi resta che assaggiarle tutte!
Le cassatelle sono fagottini di pasta fritta, farciti con crema alla ricotta e ricoperti di zucchero a velo e cannella: sono ottime da gustare passeggiando per il suggestivo centro storico di Trapani.

Se avete voglia di un primo piatto ricco e versatile, la pasta Norma fa per voi: il suo nome rende omaggio all’eccelsa opera di Bellini. Cucinata con maccheroni, melanzane fritte, basilico, pomodoro fresco e ricotta salata, si presta perfettamente sia per un pranzo che per una cena.

Sicilia vacanza gastronomica 2016

La pasta con le sarde è un classico della cucina palermitana, un’esplosione di sapori dati da un insieme di ingredienti genuini e di alta qualità: bucatini, sarde, zafferano, pinoli, uvetta, finocchio, cipolla e briciole di pane abbrustolite.

Sicilia vacanza gastronomica 2016

La Sicilia porta con sé una grande tradizione di street food, friggitorie e piatti tipici da gustare per una pausa veloce sul mare o tra i vicoli delle città. Gli spuntini che potete trovare sono soprattutto le Panelle, gli Arancini o Arancine e i panini di carne di asino o cavallo.
Le Panelle sono tipiche di Palermo e sono fette di farina di mais, acqua e prezzemolo fritte nell’olio di semi: non esattamente leggere ma deliziose.
Gli Arancini, il cui nome è spesso cambiato in Arancine a seconda della zona, sono delle polpette di forma conica o tonda a base di risotto e ragù, impanate e fritte. Una specialità irrinunciabile per il vostro tour gastronomico.

Sicilia vacanza gastronomica 2016

Dopo questa breve immersione nelle tradizioni gastronomiche siciliane, ecco l’elenco dei posti che vi consigliamo:

Sicilia vacanza gastronomica 2016, i migliori ristoranti di pesce:

Taverna Paradiso, Lungomare Dante Alighieri, 22, Trapani
Trattoria Ferro di Cavallo, Via Venezia, 20, Palermo
Osteria Antica Marina, via Pardo 29, Catania

Sicilia vacanza gastronomica 2016, i migliori street food:

Panificio Bernardo, in via Ammiraglio Staiti 91, Trapani.
Friggitoria da Arianna, Via Porta Carini, 51, Palermo
Antica Friggitoria Stella, Via Monsignor Ventimiglia, 66, Catania

Sicilia vacanza gastronomica 2016, le migliori pasticcerie:

Pasticceria Colicchia, Via delle Arti 6, Trapani
Bar Alba, Piazza Don Bosco, 7, Palermo
Pasticceria Pasubio, Via Pasubio 2/E, Catania

Vi abbiamo fatto venire un leggero languorino? Cercate subito il vostro volo per Catania, Palermo e Trapani  e partite con Fly Go!

 

Approfondisci  

Canarie 2016 cosa fare: idee cheap and chic!

Canarie 2016 cosa fare, dove andare e cosa vedere per rendere indimenticabile la vostra vacanza in un arcipelago da favola.

Canarie 2016 cosa fare

Se volete organizzare un viaggio alle Canarie, come prima cosa, vi consigliamo di scegliere quale delle sette isole sia la più adatta alle vostre esigenze. Di seguito troverete qualche piccolo suggerimento, per orientarvi meglio tra le meravigliose opzioni e organizzare la vostra vacanza cheap and chic in una di queste isole.

Canarie 2016 cosa fare a Tenerife

Canarie 2016 cosa fare

Se volete sentirvi coccolati in hotel lussuosi, passare le vostre giornate in relax su spiagge bianche e dotate di ogni comfort, questa è l’isola giusta. Ogni anno Tenerife viene visitata da 10 milioni di turisti, ma riuscirete sempre a trovare un angolo di paradiso grazie ai suoi 350 km di costa. Cruz de Tenerife, la capitale, è rinomata per la vita notturna vivace e movimentata ed è un’ottima scelta per una vacanza tra amici all’insegna del divertimento.
La Laguna, piccolo borgo protetto dall’Unesco, con le sue casette colorate e suggestive è l’ideale per chi vuole fare shopping nei negozietti tipici.

Canarie 2016 cosa fare

La parte più selvaggia dell’isola è La Orotava, gli appassionati di storia e cultura in questa città potranno organizzare un tour fino alle piramidi di Guimar, ispirate a quelle del Perù, del Messico e della Mesopotamia.

Canarie 2016 cosa fare a Fuerteventura

Canarie 2016 cosa fare

E’ l’isola più vicina alle coste africane, un piccolo gioiello dal clima costantemente estivo. La prossimità all’Africa ha influenzato tutto in quest’isola, dalla cultura alla gastronomia rendendola caratteristica ed unica.
Fuerteventura è consigliata per passare una vacanza al’insegna dello sport e del benessere. Imperdibile è una visita a Isla De Lobos, dove la natura è ancora incontaminata e il mare è così trasparente da permettervi di vederne i fondali senza aver bisogno dell’attrezzatura da immersione.

Canarie 2016 cosa fare a Gran Canaria
Grazie all’attività vulcanica dell’isola, le acque di Gran Canaria sono minerali e benefiche. Qui potrete trovare tantissime strutture per concedervi una vacanza rilassante e dedicata al vostro benessere a 360 gradi.
Per gli amanti della natura, va ricordato che Gran Canaria è stata nominata Riserva Mondiale della Biosfera,  grazie ai suoi straordinari itinerari naturali, in particolare il Roque Nublo o il Parco naturale di Tamadaba.

Canarie 2016 cosa fare a Lanzarote

Canarie 2016 cosa fare

Nell’isola di Lanzarote arte e natura sono stati fusi per creare alcuni dei giardini più spettacolari del mondo. Il paesaggio e l’ambiente in questo paradiso terrestre, non hanno subito la mano dell’uomo ma sono stati integrati nelle sue opere, come ad esempio nel Jardin de Cactus, nel Jameos del Agua e nel Mirador del Rio.
A Lanzarote le spiagge, caratterizzate dal terreno vulcanico, hanno colori così scuri da ricordare il paesaggio lunare, davvero imperdibili!

Canarie 2016 cosa fare a La Palma 

Canarie 2016 cosa fare

Trekking, equitazione, surf, windsurf e immersioni sono solo alcune delle discipline in cui cimentarsi nell’isola preferita degli avventurieri e degli sportivi. Se, invece, le stelle sono la vostra passione, dovete sapere che questa è l’isola più alta del mondo ed ospita il prestigioso Osservatorio del Roque de Los Muchachos, approfittatene per scoprire tutti i segreti del cielo.

Canarie 2016 cosa fare a La Gomera
Lontana dal turismo di massa, su quest’isola potrete trovare le tipiche spiagge vulcaniche caratterizzate da sabbia nera e parchi naturali incontaminati tra cui il
Parco Nazionale Garajonay, la Riserva Naturale di Benchijigua e il Parco Rurale della Valle Gran Rey.

Canarie 2016 cosa fare a El Hierro
 la più piccola e selvaggia delle sette isole è il luogo migliore per staccare dalla vita frenetica della città. Offre scenari perfetti per una passeggiata all’aria fresca nella foresta El Pinar, tramonti incantevoli dalle alture Mirador de la Pena e bagni rilassanti nelle piscine naturali create dal mare a La Caleta.

Fate le valige: al vostro viaggio ci pensiamo noi!  Trovate subito tutti i voli per le Canarie su Fly Go.

Canarie 2016 cosa fare

Approfondisci  

Malta 2016 vacanze: la top 10 di Fly Go!

Malta 2016 vacanze da sogno per esplorare un piccolo paradiso in mezzo al mare, dove il sole splende per oltre 3.000 ore l’anno!
Scopriamo insieme la top 10 dei luoghi simbolo dell’isola:

Malta 2016 vacanze

Malta è una splendida isola del Mediterraneo, la sua storia richiama un mix di culture e civiltà diverse e vi accorgerete ad ogni passo di tutte le contaminazioni che hanno contribuito a rendere quest’isola unica.

1. La Valletta

Malta 2016 vacanze

Questa città, patrimonio dell’Unesco, si trova nella parte settentrionale dell’isola e ospita diverse meraviglie artistiche. La Cattedrale di San Giovanni merita senza alcun dubbio una visita poiché al suo interno si trovano due esemplari unici di Caravaggio. Il grande artista per anni scelse Malta come sua dimora e proprio nella Cattedrale è custodito l’unico dipinto con firma dell’autore.

2.Gozo
La leggenda narra che, su questa fiabesca isola dalla sabbia fine e dal mare cristallino, Calypso tenne prigioniero Ulisse per 7 anni.
Oltre ad essere un luogo che richiama affascinanti storie, su queste coste potrete godere di panorami mozzafiato. Qualche esempio? La cima dell’arco di roccia, detto anche La Finestra Azzurra e
 Baia di Ramla, suggestiva spiaggia dalla sabbia rossa.

3.Ipogeo di Hal Saflieni
L‘Ipogeo di Hal Saflieni è un tempio sotterraneo scavato nella roccia tra il 3600 a.C. e il 2500 a.C., entrato a far parte dei beni protetti dall’Unesco nel 1980. Se volete visitarlo vi ricordiamo di prenotare con anticipo perché è uno dei siti più visitati di Malta!

4.Le Tre Città Fortificate
Cospicua, Vittoriosa e Senglea, meglio note come le Tre Città, vi riporteranno nel XI secolo all’epoca della nascita dei Cavalieri di Malta, un ordine ospedaliero fondato per assistere i pellegrini e i bisognosi.
Tutte e tre le città sono ricche di storie e simboli da scoprire e, grazie alle loro imponenti mura, hanno resistito alla conquista da parte dall’impero ottomano fino al 1565, da qui l’origine del nome della città Vittoriosa.

5.Popeye Village

Malta 2016 vacanze

Tra le tante attrazioni dell’isola, Popeye Village rapirà il cuore di grandi e piccini!
Il villaggio è stato costruito per il set cinematografico che ha ospitato la produzione di Popeye-Braccio di Ferro interpretato da Robin Williams e prodotto da Disney e Paramount. Oggi è un parco divertimenti per famiglie, ricco di ristoranti, giochi acquatici e tour in barca.
Il biglietto d’ingresso costa circa 75 euro per due adulti e un bambino, è un po’ costoso ma ne vale la pena!

6.Blue Lagoon
La spiaggia di Blue Lagoon a Comino, raggiungibile solo in barca, è immersa nella natura ed è rinomata per il mare cristallino dove l’acqua risplende regalando tutte le gradazioni del blu. Grazie ai suoi meravigliosi fondali è un luogo perfetto per chi pratica snorkeling perché è l’habitat ideale di pesci colorati e di tante specie come: scorfani, piovre, pesci pagliaccio, gallinelle, pesci civetta e il pesce San Pietro. Non molto distante si trovano le suggestive Grotte Di Santa Maria dove potrete trovare anche polpi e cernie.

7.Paceville
Avete voglia di divertirvi? Nel quartiere di Paceville a St Julian’s non si dorme mai! Questo è il posto giusto se cercate discoteche, locali e ristoranti per passare una divertente serata con gli amici. Inoltre avrete la possibilità di mettervi alla prova e sfidarvi nei più diversi sport acquatici dallo sci d’acqua al surf.

8.I templi di Mnajdra e Hagar Qim

Malta 2016 vacanze

Mnajdra e Hagar Qim risalgono al 3600 a.C. e sono una testimonianza dell’architettura megalitica preistorica. La visita inizia con un video in 4D, incluso nel prezzo del biglietto, che vi spiegherà curiosità e storia di queste millenarie costruzioni, inoltre, per osservare e capire al meglio la loro rilevanza storica è disponibile un’audioguida dettagliata.
Nel 1992 entrambi i templi sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità e sono entrati a far parte della lista dei beni protetti dall’Unesco.

9.Mdina

Malta 2016 vacanze

Mdina si trova nell’entroterra dell’isola,  è chiamata la città del silenzio data la sua posizione solitaria che la rende tranquilla e surreale. Gli abitanti sono affezionati alla quiete che la caratterizza, quindi è consigliato parlare a bassa voce per godere della pace di questo borgo. Mdina è circondata da mura ed è l’antica capitale di Malta, questo la rende un grande museo a cielo aperto da esplorare tra vicoli e siti archeologici.

10.Rabat
Rabat in passato faceva parte della città romana di Melita e presenta ancora tracce del passaggio dei nostri antenati che potrete scoprire recandovi alle Catacombe di San Paolo, alla Domus Romana e alla Grotta di San Paolo, santuario protetto per secoli dai Cavalieri di Malta.

Ora che sapete quali sono i luoghi migliori della città, non vi resta che prenotare il vostro volo per Malta!

 

Approfondisci  

Mykonos vita notturna 2016: feste e divertimento!

Mykonos vita notturna 2016: le idee per una vacanza tra amici e divertimento nell’isola più folle della Grecia.

Mykonos vita notturna 2016

Mykonos vita notturna 2016: come ogni estate questa splendida città attira centinaia di turisti, feste sulla spiaggia, party con dj di fama mondiale ed eventi in una tipica cornice fiabesca, come resisterle?
Il modo migliore per vivere l’isola è quello di affittare uno scooter per potersi spostare comodamente da una spiaggia all’altra.
Potrete riservare il vostro alloggio prima di partire, oppure direttamente all’arrivo in aeroporto, dove ogni estate i residenti dell’isola aspettano di affittare le loro case vacanza ai turisti.
Una volta arrivati non vi resta che tirare fuori gli occhiali da sole e iniziare ad esplorare l’isola!

Mykonos vita notturna 2016

Le spiagge da cartolina sono tantissime, libere e attrezzate, sabbiose o rocciose, offrono il luogo perfetto per prendere il sole e fare immersioni.
Paradise beach e Super Paradise Beach dopo le 18 si trasformano in vere e proprie discoteche sulla sabbia grazie alla musica a tutto volume dei locali circostanti che chiudono solo alle prime luci dell’alba.
Il mare blu della spiaggia di Paraga è sorprendentemente basso, qui oltre abbronzarvi potrete fare delle lunghe passeggiate senza mai uscire dall’acqua. Psarou sulla costa sud-occidentale offre la possibilità di svolgere tantissimi sport acquatici ed è famosa per essere la più lussuosa dell’isola, preparatevi ad avvistare qualche VIP!
Se preferite vedere la Grecia incontaminata vi consigliamo due spiagge molto tranquille e non raggiunte ancora dal turismo di massa: Houlakia e Fokos.
La prima, completamente immersa nella natura, è una delle pochissime composta da grosse pietre che la rendono Spiaggia Protetta, appena arrivati potrete notare un cartello che vieta ai passanti di spostare i sassi per non rovinare l’ambiente. La seconda si trova a nord dell’isola ed è caratterizzata da sabbia bianchissima e mare cristallino; a pranzo recatevi nel ristorante adiacente alla spiaggia per gustare ottimo pesce appena pescato.

Mykonos vita notturna 2016

Dopo una lunga giornata al mare è il momento di uscire e scoprire finalmente le feste e il divertimento, cominciando da un cocktail nella spiaggia di Kula Beach o da una birra ghiacciata nella città principale, Chora, che rende reale l’immagine che tutti abbiamo della Grecia: casette bianche, porte e finestre azzurre e una leggera brezza che soffia nei vicoli portando odori e profumi mediterranei.

Le discoteche più frequentate dell’isola sono il Cavo Paradiso, dimora fissa di dj internazionali come Bob Sinclair e Fat Boy Slim, e lo Spacedance che ogni sera ospita più di mille persone.

Mykonos vita notturna 2016

Inoltre non lasciatevi sfuggire una visita in barca nell’isola di Delos, la più sacra delle Cicladi perché considerata la culla del  leggendario dio Apollo, oppure una sosta a Kato Myli, il promontorio in cui si trovano i fotografatissimi mulini a vento divenuti simbolo dell’isola.
Se volete osservare Mykonos dall’alto, invece, allacciate le scarpe da trekking e percorrete le stradine tortuose che arrivano al faro Armenistis, da lassù il panorama è davvero mozzafiato e ripaga tutta la fatica fatta per raggiungerlo.

Mykonos vita notturna 2016, dove si trovano i locali che vi abbiamo consigliato:

Siete pronti a partire? Su Fly Go trovate le migliori offerte per volare a Mykonos 

Approfondisci  

Notte di San Lorenzo 2016, cosa fare aspettando le stelle!

Notte di San Lorenzo 2016, cosa fare e dove passare la serata che da sempre ispira artisti e poeti. Un appuntamento con la magia delle stelle e con i vostri desideri!

Notte di San Lorenzo 2016
La notte del 10 agosto è uno degli appuntamenti più attesi dell’estate, scopriamo insieme questa tradizione e i luoghi dove osservare la pioggia di stelle di San Lorenzo.
Si chiamano Perseidi e sono meteore rilasciate dalle orbite che la cometa Swift-Tuttle ha compiuto intorno alla Terra.
In Italia questa notte viene collegata al martirio di San Lorenzo, che avvenne il 10 agosto del 258, si dice quindi che le stelle che cadono sulla Terra siano le sue lacrime e che possano esaudire i desideri.

Per la vostra serata qualsiasi luogo sarà l’ideale, avrete solo bisogno di una coperta, qualche cuscino e un cielo molto limpido.

Notte di San Lorenzo 2016

Se amate la natura e gli scorci isolati, il monte Monviso in provincia di Cuneo offre un panorama mozzafiato che si può trovare solo sulle alture, così come le Alpi Marittime in cui è possibile godere di uno dei cieli più nitidi d’Italia.

Per chi abita nella provincia di Milano, segnaliamo l’apertura annuale del Monastero di Torba a Gornate Olona organizzata dal FAI, che vi farà passare una notte sotto le stelle nel magico giardino del monastero, con tanto di coperte e di intrattenimento per i più piccoli.

La Toscana è una delle regioni italiane con minore inquinamento luminoso, stare con il naso all’insù sulle sue coste è suggestivo e romantico, in particolare se vi trovate all’Isola d’Elba in cui è possibile rifugiarsi su piccole spiagge lontane dal centro. E se al posto dell’erba poteste sdraiarvi sui comodi sedili di un’auto d’epoca? Sul Lago di Garda, Slow Drive noleggia meravigliose vetture decappottabili con cui è possibile cercare il luogo che più vi ispira nei pressi del lago, per poi fermarvi a osservare le meteore.

In Sicilia è imperdibile l’evento “Calici di Stelle” che coinvolgerà le città con degustazioni di vini , prodotti tipici, spettacoli pirotecnici, esposizioni d’arte e potrete anche scoprire tutti i segreti delle cantine e della lavorazione dell’uva.

Adesso non vi resta che rilassarvi,  contare le stelle ed esprimere di tutti i vostri desideri per la Notte di San Lorenzo 2016…buona serata da Fly Go!

Notte San Lorenzo 2016

 

 

 

Approfondisci  

Spiagge per cani in Italia con Fido!

Spiagge per cani in Italia e strutture pet friendly, scopri con noi i migliori luoghi dove Fido è il benvenuto!

    Spiagge per cani in Italia

Sempre più luoghi di villeggiatura aprono le proprie porte al migliore amico dell’uomo: villaggi turistici, spiagge, campeggi e hotel dedicati per trascorrere un’estate tra bagni al mare e passeggiate nel verde.
Da nord a sud ci sono tante soluzioni perfette per gli amanti degli animali , ecco qualche suggerimento:

Nord Italia

Spiagge per cani
In Liguria sono numerosi i lidi attrezzati ad accogliere voi e i vostri amici pelosi, a Finale Ligure (SV) la spiaggia comunale è aperta gratuitamente ai cani e ai loro padroni, unica condizione la certificazione di salute rilasciata massimo 15 giorni prima dal veterinario.
A Chiavari (GE) potete trovare un vero e proprio paradiso per voi e i vostri animali: l’Oasi del Levante, dove l’acqua è cristallina e vengono offerte ciotole d’acqua, croccantini e docce, il personale è attento alle vostre esigenze e a quelle di Fido ci pensa Nala, un bagnino d’eccezione!
In Veneto la Spiaggia di Pluto a Bibione (VE), oltre i servizi di doccia e ciotole, offre la possibilità di prenotare un veterinario e tante attività gratuite per il vostro amico dall’educazione cinofila all’attivazione mentale.
A Grado Pineta (GO) in Friuli Venezia Giulia non ci si annoia mai: nella Spiaggia di Snoopy i cani sono liberi di fare il bagno e di svolgere attività di agility insieme al loro padrone.
Se avete scelto Rimini come meta per le vostre vacanze, gli stabilimenti Bagno81 hanno creato un’area perfetta per gli animali dotata di zone dedicate, docce fresche, ciotole, lettini, percorsi agility, dog sitter e veterinario su prenotazione.

Centro Italia

Spiagge per cani
La spiaggia può diventare molto calda nelle ore centrali del giorno ma in Toscana, a San Vincenzo (LI) , la Dog Beach confina con una pineta in cui portare il vostro cane per una passeggiata rinfrescante dopo aver giocato insieme nell’area agility, ovviamente gli stabilimenti mettono a disposizione docce e acqua a volontà!
Nelle Marche, nei Bagni Gigetta a Civitanova, sono disponibili  tre piscine per far giocare e nuotare insieme a voi i vostri cagnetti e su prenotazione è a disposizione un dog sitter.
Volete sapere qual è stata la prima spiaggia pet friendly d’Italia?
Si trova nel Lazio, a Maccarese (RO) e si chiama Baubeach, ha aperto nel 2011 e da allora organizza eventi, feste e iniziative sportive tutte dedicate a fido.

Sud e Isole
Spiagge per cani

In Puglia a San Foca Roca (LE) trovate la splendida Lido Coiba in cui il vostro amico a quattro zampe potrà divertirsi e fare il bagno nelle acque cristalline del mare pugliese, tra gli ulivi calabresi sorge il Lido Calipso Ye Ye dove Fido può scegliere se correre e giocare tra le zone ombrose create dagli alberi oppure fare il bagno in alcune ore prestabilite.
Un nome, una certezza: lo stabilimento di Porto Fido si trova in Sardegna a Santa Teresa di Gallura (OT) e accoglie cani di tutte le taglie offrendo docce fresche e camminate sui sentieri confinanti alla spiaggia.
Qualche piccolo consiglio: prima di partire per le vacanze ricordate di portare il vostro amico peloso dal veterinario e portate sempre con voi il suo libretto sanitario e gli oggetti a lui più familiari per aiutarlo ad abituarsi al cambiamento.

E adesso che sapete quali sono le migliori spiagge per cani in Italia non vi resta che partire!

Spiagge per cani

Approfondisci