Praga 2016 weekend con gli amici e divertimento!

Praga 2016 weekend: se avete in programma di fare un viaggio con gli amici, visitate la capitale Ceca e non ve ne pentirete!

Praga 2016 weekend
Praga 2016 weekend

Praga è una città che ha saputo fondere tradizione e innovazione, diventando una delle mete più frequentate dai turisti e una delle capitali europee.
Il modo migliore per visitare Praga è passeggiare per le strade dei suoi quartieri, che racchiudono l’anima della città.
Malá Strana è il Quartiere Piccolo ed è rimasto intatto dopo l’incendio che lo distrusse nel 1541, sui palazzi è ancora possibile, infatti, vedere i simboli utilizzati nel Medioevo come unicorni, aquile e violini.
Raggiungete il quartiere percorrendo il gotico Ponte Carlo e passeggiate lungo Via Nerudova, in cui si trovano alcuni dei palazzi più belli di Praga.

Praga 2016 weekend

Proseguite ora verso la Cattedrale di San Vito, la splendida cattedrale gotica commissionata da Re Giovanni di Lussemburgo. La sua costruzione proseguì per 600 anni e il risultato, ad oggi, è uno dei più grandi e maestosi edifici gotici di tutta l’Europa. Prima di entrare soffermatevi ad osservare la Porta D’Oro, impreziosita da un milione di tessere colorate che incorniciano Carlo IV e sua moglie Elisabetta di Pomerania.
All’interno della cattedrale si trova la cappella di San Venceslao, che custodisce le reliquie del Santo Protettore di Praga.

Praga 2016 weekend

Stare Mesto, La Città Vecchia, è il quartiere in cui si trova la Piazza della Città Vecchia, da secoli punto nevralgico di Praga e sede dei suoi avvenimenti più importanti.
Nella piazza si trova il Municipio con la Torre dell’Orologio Astronomico, che suona ogni ora animando le statue dei 12 apostoli grazie a un complicato meccanismo di cui il suo autore, il maestro orologiaio Hanus, non rivelò mai il funzionamento.
A destra dell’orologio si trova il più bel palazzo in stile rococò della città, il Kinsky, che per decenni ospitò una scuola di tedesco frequentata anche da Franz Kafka, il celebre scrittore.
Un altro edificio che si trova nella piazza e merita una visita è la Chiesa della Vergine Maria davanti a Tyn, che prende il nome dalla sua posizione davanti all’antico mercato di Tyn. L’esterno della chiesa è in stile gotico, mentre all’interno, nel 1600, sono stati aggiunti dettagli in stile barocco.

Praga 2016 weekend

Ma Praga è una città che sa unire passato e modernità e la prova è la Casa Danzante, due palazzi costruiti negli anni ‘90 dall’architetto F.O Gerhy, che simulano una coppia di danzatori ispirati alla coppia di ballo formata da Ginger Rogers e Fred Astaire. La costruzione si sposa perfettamente con i palazzi circostanti risalenti all’800 e l’effetto visivo che regala è davvero straordinario.

Praga 2016 weekend

Dopo aver visitato la città è il momento di scoprire la vita notturna di Praga: nella Città Vecchia si concentrano i migliori locali e discoteche della città, ad esempio il Duplex in Piazza Venceslao, il Klub Lávkam in Piazza della Città Vecchia, il Lucerna Music Bar e la Karlovy Lázne vicino al Ponte Carlo, la discoteca più grande dell’Europa centrale, che conta ben cinque piani.

 Praga 2016 weekend

Praga 2016 weekend: cosa aspettate a fare le valige? Su Fly Go trovate tutti i voli per Praga!

 

Approfondisci  

San Pietroburgo 2016 cosa vedere in Russia.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere: scoprite con noi i luoghi più belli e le attrazioni da non perdere in una delle città europee più affascinanti, San Pietroburgo!

San Pietroburgo 2016 cosa vederSan Pietroburgo 2016 cosa vedere:

San Pietroburgo è una città relativamente giovane ma che ha fatto da palcoscenico ad alcuni degli avvenimenti più rilevanti della storia europea, ed è stata fonte di ispirazione di moltissimi artisti e scrittori.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere

La prima costruzione, da cui poi partì quella dell’intera città, fu quella della Fortezza dei Santi Pietro e Paolo sull’isola di Petrograd, commissionata nel 1703 da Pietro il Grande per prevenire gli attacchi dell’esercito svedese.
La fortezza non ebbe mai un ruolo difensivo, bensì venne utilizzata come prigione per gli oppositori del regime, tra loro furono incarcerati il fratello maggiore di Lenin, il figlio di Pietro I e lo scrittore Dostoevskij.  All’interno dell’isola si trova anche la Cattedrale consacrata ai Santi Pietro e Paolo che custodisce i sepolcri monumentali dei Romanov.

La prossima tappa è davvero imperdibile e vale da sola un viaggio a San Pietroburgo: il Museo Statale Ermitage. Qui è custodita la più importante collezione di quadri del mondo, più di tre milioni, tra cui troviamo opere di Raffaello, Caravaggio, Leonardo Da Vinci, Picasso, Cezanne e tantissimi altri celebri artisti.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere

Dopo una visita all’Ermitage spostatevi in Piazza del Popolo, dove si trova un altro magnifico edificio: il Palazzo d’Inverno. Questo palazzo è uno dei più importanti della città e ha svolto ruoli diversi nel corso dei decenni: da residenza invernale degli zar e sede reale del governo russo dopo l’abdicazione di Nicola II, fino a diventare parte del Museo Ermitage. La facciata dell’edificio è bianca e verde e decorata da 400 colonne ioniche ed è un altro gioiello del patrimonio architettonico della città.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere

Proseguite ora verso la Cattedrale di Sant’Isacco, iniziata sotto lo zar Alessandro e ingrandita da Nicola I, è la cattedrale più sfarzosa e imponente della Russia: i suoi interni sono ornati da 14 tipi di marmi diversi, oro, statue e lapislazzuli. La cupola è l’orgoglio della città, rivestita da 100 kg di lamine d’oro e popolata da 350 statue.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere

La Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato sorge sul luogo in cui Alessandro I venne ferito a morte in un attentato, è famosa per le sue cupole “a cipolla” ma soprattutto per i meravigliosi mosaici che rivestono le pareti interne, che creano una maestosa opera d’arte unica nel suo genere.

San Pietroburgo 2016 cosa vedere:

Lasciatevi rapire dalla bellezza di questa città e dal suo patrimonio culturale, su Fly Go trovate tutti i voli per San Pietroburgo!

Approfondisci  

Città sostenibili Siviglia record di ciclisti!

Città sostenibili: Siviglia ha deciso di diventare la nuova capitale delle bici in Europa costruendo chilometri di piste ciclabili per incoraggiare il movimento eco-sostenibile da parte dei suoi cittadini.


Città sostenibili Siviglia
Città sostenibili Siviglia

Seguendo il modello dei Paesi Bassi e della Danimarca, che hanno il primato di “paradiso per le due ruote”, la città spagnola è venuta incontro al bisogno degli abitanti di muoversi in modo sicuro per le strade in sella alla propria bicicletta.
Le nuove piste non sono al livello della strada come quelle di Londra, in cui i ciclisti sono protetti da una semplice linea blu segnata sull’asfalto, ma arrivano all’altezza dei marciapiedi, garantendo così più sicurezza e riducendo il rischio di incidenti tra ciclisti e automobilisti.

Da quando i 120 chilometri di “superpiste” sono entrate a far parte del panorama della città, i ciclisti sono aumentati dai 6.000 degli scorsi anni a più di 70.000, contribuendo ad abbassare il livello dell’inquinamento.
Per incoraggiare i cittadini e i turisti ad usare le due ruote, il comune permette ai viaggiatori che arrivano nella principale stazione degli autobus di utilizzare lo stesso biglietto per noleggiare per tutta la giornata una delle 200 biciclette messe a disposizione dal servizio di noleggio Sevici.
All’università, inoltre, sono disponibili programmi che prevedono di fornire agli studenti una bicicletta per tutta la durata dell’anno accademico.

Quale modo migliore quindi per visitare Siviglia se non pedalando? Ecco qualche attrazione da non perdere consigliata da Fly Go!

La Cattedrale de Santa Maria di Siviglia
, il più imponente monumento di culto cristiano dopo la Chiesa di San Pietro a Roma in parte gotica e in parte rinascimentale.

La Plaza de España, costruita nel 1929, di forma circolare in modo da simboleggiare un “abbraccio” alle nuove colonie spagnole e decorata con mattoni, ceramiche e marmi colorati.

I Reales Alcazares, i Palazzi Reali, i cui gli stili e decorazioni vanno dall’arte islamica al neoclassico, creando un affascinante contrasto.

La Giralda, la torre campanaria della Cattedrale, edificata nel 1956 nello stile degli Almohadi che rifiutavano il lusso in favore della raffinata semplicità.

Città sostenibili Siviglia

Siete pronti a pedalare per queste meravigliose strade? Su Fly Go trovate tutti i voli per Siviglia!

Città sostenibili Europa Siviglia

Approfondisci  

Halloween 2016 idee viaggio in Transilvania!

Halloween 2016: idee viaggio per un weekend in Transilvania in compagnia di mostri e vampiri!
Non sapete ancora dove andare per Halloween? Fly Go vi porta in Transilvania, la terra dov’è nata la leggenda di Dracula, e in cui lo scrittore irlandese Bram Stoker ha ambientato l’omonimo romanzo.


Halloween 2016 idee viaggioHalloween 2016 idee viaggio

La figura del celebre vampiro è ispirata alla storia di Vlad III, Principe di Valacchia, che nel ‘400 fermò l’avanzata ottomana in Romania.
Il nome Dracula significa letteralmente “figlio del drago”, suo padre Vlad II, infatti, faceva parte dell’Ordine del Drago. A causa del suffisso drac che sta a significare diavolo nel rumeno moderno, il principe è stato caratterizzato come diabolico, ispirando le storie che tutti conosciamo.

Il nostro tour comincia da Brasov, dove si trova la Chiesa Nera, un maestoso edificio gotico risalente al ‘400, che deve il suo nome all’incendio che ne annerì le pareti nel 1689. È la chiesa più grande del sud est europeo e all’interno del suo campanile, alto ben 65 metri, si trova la campana bronzea più grande della Romania.

Halloween 2016 idee viaggio

Nella periferia di Hunedoara si trova il castello gotico meglio conservato di tutta la Romania: il Castello dei Corvino. Qui abitava il Re D’Ungheria Mátyás Hunyadi con la moglie e, ad oggi, aleggiano storie e leggende riguardo il castello e le sue prigioni, tra cui quella dell’incarcerazione di Vlad III, Dracula, nelle segrete dell’edificio.

Halloween 2016 idee viaggio

La prossima tappa è un luogo molto particolare: il Cimitirul Vesel, letteralmente il Cimitero Allegro, che si trova nel paese di Săpânța. Qui si trovano più di 800 croci in legno intagliate e decorate con colori accesi, tradizione iniziata dall’artigiano Stan Ioan Pătraş nel 1930, convinto che la morte simboleggiasse un inizio e non una fine. Ogni lapide è diversa e su ognuna sono dipinti disegni che rappresentano ironicamente difetti e tratti distintivi del defunto.

Abbiamo lasciato l’attrazione migliore alla fine: il Castello di Bran, che ispirò Bram Stoker per il suo celebre romanzo, mentre l’autentico castello dei Vlad, purtroppo, è andato distrutto. Qui, la sera di Halloween, vengono organizzati dei tour per le misteriose stanze e per i suggestivi passaggi segreti accompagnati dal Conte Dracula in persona!

Halloween 2016 idee viaggio:

Siete abbastanza coraggiosi per andare nella terra dei vampiri? Su Fly Go trovate tutti i voli per la Transilvania!

Halloween 2016 idee viaggio

Approfondisci  

Monaco cosa vedere 2016: weekend cheap and chic!

Monaco cosa vedere 2016: considerata la seconda capitale della Germania, Monaco di Baviera è un luogo in cui passato e presente si incontrano per dare alla città un’identità unica nel suo genere. Scopriamola insieme!

Monaco cosa vedere 2016
Monaco cosa vedere 2016

Il contrasto creato da passato e presente in questa città si concretizza nei due municipi che si trovano nel centro storico, uno risalente al ‘400, l’Alte Rathaus, caratterizzato da un bellissimo esempio di architettura gotica e l’altro al ‘900, il Neue Rathaus.

All’interno dell’Alte Rathaus si trova un bellissimo museo di giocattoli d’epoca che vi consigliamo di visitare prima di percorrere i 306 scalini che vi porteranno in cima all’edificio e da cui potrete vedere tutta Monaco.
Sulla facciata del secondo, invece, si trova il Glockenspiel, un orologio carillon, ornato da statue animate, che suona alle 11 e alle 12, mentre le statue prendono vita riproducendo il ballo dei mercanti di cavalli che si diceva scongiurasse la peste.

Monaco cosa vedere 2016

L’edificio più maestoso della città porta il nome di Residenz, il Palazzo Reale, la cui costruzione fu commissionata nel ‘400 dalla dinastia Wittelsbach, che negli anni la trasformò in una vera e propria opera d’arte. Ad esempio, per l’ingresso che affaccia su Max-Joseph-Platz gli architetti si ispirarono al Palazzo Pitti di Firenze, ma la stanza più bella è quella dedicata agli antenati, la Ahnengalerie, i cui affreschi lasciano davvero senza fiato.
Gli amanti dell’arte non possono perdersi una passeggiata nel Kunstareal, il quartiere dell’arte, in cui, in pieno stile Monaco, si trovano tre pinacoteche che espongono opere a partire dal Rinascimento fino agli anni di Andy Warhol: Alte Pinakothek, Neue Pinakothek e Pinakothek der Moderne.
Il quartiere ospita anche un museo dedicato all’Impressionismo e all’Art Nouveau, il Lenbachhaus e due alla storia greca e romana, il Glyptothek lo Staatliche Antikensammlungen.

Monaco cosa vedere 2016

Un altro gioiello gotico è Frauenkirche, la Cattedrale di Nostra Signora, costruita tra il 1468 e il 1488 sui resti di una basilica romana. È stata gravemente danneggiata durante la Seconda Guerra Mondiale ma, dal 1994, grazie a un lungo lavoro di restauro, è tornata a sovrastare la città in tutta la sua austerità e bellezza.

Non avete ancora cenato a base di birra chiara e würstel? Allora vi consigliamo di recarvi alla Kultfabrik, l’ex area industriale in cui ora si trovano i migliori pub e locali della città. In particolare segnaliamo l’Hofbräukeller, l’antica birreria reale che per prima ha dato il via alla produzione di birra a Monaco.

Monaco cosa vedere 2016: non vi resta prenotare i migliori voli per Monaco e partire con Fly Go!

Monaco cosa vedere 2016

Approfondisci  

Bambini in volo da soli: le norme in vigore

Bambini in volo da soli: il vostro bambino deve affrontare un viaggio in aereo in cui non potrete accompagnarlo? Ecco le norme in vigore delle principali compagnie aeree per far viaggiare il vostro bimbo in tutta sicurezza e tranquillità!

Bambini in volo da soli

Nella maggior parte dei casi i bimbi tra i 5 e i 12 anni di età devono essere accompagnati da un adulto durante tutta la durata del viaggio. Proprio per questo tante compagnie aeree si stanno mobilitando sempre di più per creare un ambiente sicuro e divertente per il bambino, assumendo figure professionali specifiche che possano accudire e controllare i piccoli viaggiatori.
Prima di tutto, al momento della prenotazione del biglietto, il genitore o il tutore deve specificare la necessità del servizio di assistenza ai minori e specificare le generalità della persona che accompagnerà il bambino all’aeroporto e che lo andrà a prendere una volta arrivati a destinazione.
Il bimbo dovrà viaggiare munito dei documenti necessari come la carta d’identità nel caso di viaggi nazionali, la carta d’identità per l’espatrio e il passaporto per i viaggi internazionali.

Bambini in volo da soli

Bambini in volo da soli su Alitalia:
Sulla compagnia italiana i bambini sono considerati minori dai 5 fino ai 14 anni di età e, dietro il pagamento di un supplemento, potranno essere accuditi dal personale di volo a partire dalla colorata sala a loro dedicata in aeroporto alle attività previste a bordo dell’aereo. La tariffa per il servizio varia dai 20 ai 49 euro per i voli nazionali, dai 50 ai 99 euro per i voli internazionali di medio raggio e dai 100 ai 150 euro per i voli internazionali a lungo raggio. I piccoli dovranno recarsi in aeroporto con i dovuti documenti d’identità, una Dichiarazione di Accompagno rilasciata dal tutore e il modulo Affidavit compilato.

Bambini in volo da soli

Bambini in volo da soli su Emirates:
Emirates prevede un servizio di accompagnamento minori per i bambini dai 5 ai 12 anni, che saranno affidati al personale di volo per tutta la durata del viaggio. I piccoli viaggiatori avranno un banco del check in a loro dedicato al quale saranno accompagnati dai genitori che consegneranno i loro documenti d’identità. Al momento della prenotazione è possibile indicare le esigenze alimentari o di altro tipo del bambino, il servizio è disponibile solo acquistando il biglietto a prezzo pieno.

Bambini in volo da soli

Bambini in volo da soli su Meridiana:
Su Meridiana i bambini tra i 5 e i 14 anni devono essere accompagnati da un adulto ed è possibile prenotare il servizio di assistenza minori attraverso il call center della compagnia. Il bambino deve portare con sé un documento d’identità e una Dichiarazione di Accompagnamento compilata dal tutore.
Le tariffe per il servizio variano a seconda della lunghezza della tratta percorsa: 60 euro per i voli nazionali, 75 euro per i voli internazionali e 125 euro per i voli intercontinentali. Inoltre il numero di minori non accompagnati che possono usufruire del servizio è limitato quindi è importante ricordarsi di prenotare con molto anticipo.

I tuoi bambini sono al sicuro! Cerca le migliori offerte con Fly Go!

Bambini in volo da soli

Approfondisci  

Foresta Nera in camper: viaggi d’autunno!

Foresta Nera in camper: un viaggio avventuroso per scoprire la natura incontaminata e i paesaggi mozzafiato del sudovest della Germania. Ecco una lista dei luoghi da non perdere!

Foresta Nera in camper

Un viaggio nella Foresta Nera in camper è un’esperienza davvero unica che vi consentirà di immergervi nella natura e di muovervi in tutta libertà per gli itinerari che preferite, infatti sono tantissime le strutture che consentono la sosta notturna ai turisti in camper in aree dedicate

Foresta Nera in camper

Quello che rende unica la Foresta Nera sono i suoi panorami e le grandi aree di abeti da cui questo luogo prende il nome.
La Schwarzwaldhochstraße, la strada panoramica più antica della Germania, parte da Baden-Baden e termina a Freudenstadt, passando per l’incantevole lago Mummelsee, un luogo fuori dal tempo circondato dagli alberi.
Questo percorso è il più consigliato di tutta la Foresta Nera e arriva fino ad un’altitudine di 1033 metri sul livello del mare: può essere percorso in un’ora ma vi consigliamo di prendervi almeno una mezza giornata per farvi rapire dagli scorci mozzafiato che regala.

Foresta Nera in camper

Un’altra attrazione naturale della foresta sono le cascate, tra le più suggestive ci sono quelle di Triberg a Triberg im Schwarzwald, che si tuffano da 163 metri di altezza. Oltre alle cascate potrete visitare anche il Museo della Foresta Nera, ricco di curiosità sugli orologi a cucù.
Questi orologi sono nati in Germania nel ‘600 e fanno parte della storia del paese. Un altro itinerario interessante è, infatti, la Deutsche Uhrenstraße, la strada tedesca degli orologi, che nei secoli è stata percorsa da migliaia di artigiani orologiai.
Percorrendo la strada incontrerete tantissime botteghe che vendono i migliori orologi a cucù del paese: il luogo perfetto per portarsi a casa un souvenir!

Foresta Nera in camper

Siete amanti del trekking? Lasciate il camper parcheggiato per un giorno e andate alla scoperta delle montagne e dei luoghi più affascinanti della Foresta Nera: le escursioni organizzate sono tantissime e adatte a tutti i livelli di preparazione.
Al vostro ristoro ci penseranno i Vesperstuben, tipiche strutture simbolo del luogo che accolgono gli escursionisti con cibo tipico e torri panoramiche da cui osservare panorami indimenticabili.

Vuoi raggiungere la Germania per una vacanza all’insegna dell’avventura? Su Fly Go trovi tutti i voli per la Foresta Nera e noleggi il tuo camper!

Foresta Nera in camper

Approfondisci  

Sagre 2016 in Italia: il meglio dell’autunno

Sagre 2016 in Italia, i colori caldi delle foglie che cadono e l’odore dell’erba bagnata: l’autunno ormai è arrivato e con lui la stagione delle sagre! Fly Go vi porta alle migliori sagre per una giornata all’insegna del gusto!

 

Sagre 2016 in ItaliaSagre 2016 in Italia

Festa della Castagna, Vallerano, Viterbo
8 ottobre – 1 novembre

L’autunno è il momento in cui i ricci si schiudono liberando le castagne, ospiti d’onore della sagra nel borgo medievale di Vallerano, che vanta mercatini d’artigianato, spettacoli, musica e ovviamente… caldarroste per tutti!

 

86° Fiera Internazionale Del Tartufo Bianco D’Alba, Alba, Cuneo.
8 ottobre – 27 novembre

Sagre 2016 in Italia

Come ogni anno Alba accoglie la più importante kermesse sul tartufo bianco, che racchiude eventi, spettacoli e degustazioni a tema. Il Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba è l’attività principale della fiera in cui è possibile degustare i migliori piatti enogastronomici del territorio e acquistare tartufi da oltre 100 espositori.

 

41° Sagra del Cinghiale, Chianni, Pisa
10 novembre – 13 novembre / 17 novembre – 20 novembre

Sagre 2016 in Italia

Il secondo e terzo weekend di novembre a Chianni avrà sede una delle più antiche sagre del cinghiale in Italia. Nata nel 1976 con lo scopo di far conoscere la cucina di Chianni, rappresenta oggi un’istituzione per tutti gli amanti del genere!

 

Eurochocolate, Perugia
14 ottobre – 23 ottobre

Sagre 2016 in Italia

Un appuntamento imperdibile per tutti i golosi: le strade di Perugia saranno invase da eventi e stand tutti dedicati al cioccolato. Il tema di questa edizione, “#ConChi?” si incentra sul concetto dello sharing del cioccolato. Voi #ConChi andrete?

 

Sagra dei vini Novelli 2016, Milis. Voli per Oristano
10 novembre – 13 novembre

Sagre 2016 in Italia

Nell’incantevole scenario del borgo di Milis si terrà la più importante rassegna regionale dedicata alla degustazione dei nuovi vini e sarà ricca di incontri, seminari ed assaggi. Tra un bicchiere di vino e l’altro non dimenticate di dedicare un po’ del vostro tempo alle specialità gastronomiche del territorio sardo.

 

Sagre 2016 in Italia: siete pronti a scoprire i sapori autentici di ogni regione? Partite subito con Fly Go!

Approfondisci  

Venezia 2016 itinerari per innamorarsi!

Venezia 2016 itinerari per un weekend romantico nella città della laguna!
Venezia è da sempre una delle mete preferite di tutti gli innamorati, ecco una breve lista di cosa fare e dove andare per una fuga d’amore!

Venezia 2016 itinerari

Venezia 2016 itinerari

Per prima cosa vi portiamo a Dorsoduro, il quartiere più “artistico” della città: il nome di questo sestiere deriva dalla conformazione del terreno, caratterizzato secoli fa da dune compatte di sabbia. Qui si trovano alcuni magnifici esempi dell’architettura veneziana residenziale moderna, nonchè la Galleria dell’Accademia, in cui sono custodite le opere di alcuni dei maggiori pittori italiani come Tintoretto, Canaletto e Guardi.
Attraversate il Ponte dell’Accademia e raggiungete Palazzo Vernier dei Leoni, in cui è custodita la collezione di Peggy Guggenheim, dove potrete osservare  l’arte di Pollock, Picasso, Magritte e altri artisti di fama internazionale.

Venezia 2016 itinerari

Dirigetevi ora verso il Ponte di Rialto per una passeggiata mano nella mano e una foto ricordo su questo splendido esempio di architettura cinquecentesca, divenuto ormai simbolo della città di Venezia.
Mentre vi dirigete verso la prossima tappa fermatevi un momento tra i colorati banchi del Mercato di Rialto e provate a immaginarlo qualche centinaio di anni fa, quando il suo ruolo di piazza di scambio internazionale accoglieva gli odori delle spezie dei commercianti orientali e il vociare dei venditori intenti a vendere tessuti e prodotti provenienti dall’altra parte del mondo.

Venezia 2016 itinerari

Continuando a seguire i consigli di Venezia 2016 itinerari, improvvisamente, davanti a voi troverete Piazza San Marco in tutto il suo splendore, che ospita la Basilica di San Marco e il Campanile di San Marco, dalla cui cima è possibile godersi una bellissima vista dei tetti e dei canali della città. Entrate nella Basilica i cui soffitti e pavimenti sono ornati dai mosaici bizantini e, una volta usciti, dirigetevi a sinistra verso il Canal Grande, dove si trova il Leone di San Marco che, dalla cima della Torre di San Marco, sovrasta la piazza.

Venezia 2016 itinerari

A questo punto noterete le numerose gondole attraccate al molo della piazza: non è un weekend romantico a Venezia senza un suggestivo percorso dei canali della città guidati da un autentico gondoliere veneziano! Potete scegliere se salire da soli o con altri turisti, il costo è di circa 100 euro e vedere la città attraverso i suoi canali è un’esperienza indimenticabile!

Venezia 2016 itinerari

Una volta scesi dalla gondola dirigetevi verso le vie più chic della città, dietro Piazza San Marco e qui, oltre alle migliori boutique, troverete uno dei teatri lirici più prestigiosi d’Italia, il Gran Teatro La Fenice, riportato al suo splendore dopo un restauro concluso nel 2003.
Entrate e godetevi uno spettacolo in questo luogo magico che, nell’800, ha dato vita alle prime delle opere di artisti come Giuseppe Verdi, Gioachino Rossini e Vincenzo Bellini.

Venezia 2016 itinerari
Siete pronti a regalarvi un weekend d’amore a bordo di una gondola? Su Fly Go trovate tutti i voli per Venezia!

Venezia 2016 itinerari

Approfondisci  

Beatles Liverpool tour 2016!

Beatles Liverpool tour 2016: avete voglia di un weekend diverso dal solito? Fly Go vi porta a Liverpool sulle tracce della band che ha rivoluzionato la musica e l’arte dagli anni ‘60 ad oggi, stiamo parlando dei Beatles!

Beatles Liverpool tour 2016 - B

 

Se siete degli amanti della musica dei Fab Four, non potete rinunciare ad un tour nella città in cui è nata la loro storia, ecco i luoghi da ripercorrere per diventare dei veri “beatlesiani”!

St Peter Church
6 luglio 1957: questa è la data storica in cui Paul McCartney e John Lennon si incontrarono, appena quindicenni, nella St Peter Church durante la festa annuale della parrocchia in cui Lennon si esibiva con il suo gruppo, i Quarrymen.
Nel cimitero vicino alla chiesa si trova la lapide di Eleanor Rigby, protagonista della celebre canzone scritta da McCartney nel 1966.


The Beatles Story

Beatles Liverpool tour 2016 - B

La seconda tappa del tour prevede una visita al Museo dei Beatles, curato in ogni minimo dettaglio e fedelissimo nel percorrere la decennale carriera musicale del gruppo.
All’interno del museo si trovano le riproduzioni dei luoghi più rilevanti per la carriera dei musicisti: la prima sala prove, il primo locale in cui si sono esibiti e il negozio di dischi che per primo li ha lanciati, e si conclude con una stanza dedicata interamente a John Lennon.


Pier Head

Beatles Liverpool tour 2016 - B

In occasione del cinquantesimo anniversario dell’ultima esibizione dei Beatles nella città (5 dicembre 1965), sul molo principale di Liverpool Pier Head, è stato innalzato un monumento dedicato alla band creato dall’artista Andy Edwards. Le statue sono state donate dal Cavern, il locale in cui il gruppo si esibiva agli esordi della carriera.


Strawberry Field

Beatles Liverpool tour 2016 - B

In Beaconsfield Road non c’è un campo di fragole, bensì un edificio vittoriano che anni fa ospitava un orfanotrofio, in cui il giovanissimo Lennon giocava con gli amici.
Il brano è stato incluso nel LP Magical Mystery Tour, insieme a Penny Lane di McCartney: entrambe le canzoni esprimono la nostalgia dell’infanzia dei due Beatles.


Penny Lane

Beatles Liverpool tour 2016 - B

Penny Lane è un luogo che rappresenta l’infanzia e il passaggio all’età adulta di Lennon e McCartney.
Qui si trovava il capolinea del bus che li portava a scuola e, successivamente, il luogo divenne uno dei posti in cui Lennon portava le ragazze da adolescente. Nella canzone viene raccontata la vita delle persone che passano per la via: l’infermiera, il barbiere e il pompiere.


The Cavern Club

Beatles Liverpool tour 2016 - B

Siete curiosi di vedere uno dei primi locali in cui i Beatles si sono esibiti? In Mathew Street, si trova il Cavern Club che, ancora oggi, offre al pubblico concerti e musica dal vivo. Sedetevi a un tavolino e ordinate una delle birre che portano il nome dei musicisti del gruppo e non dimenticate di lasciare una scritta sul muro di mattoni che riporta tutte le dediche dei fan che lo hanno visitato dagli anni ‘60 ad oggi.


Casbah Coffee Club

Beatles Liverpool tour 2016 - B

Fate un tuffo nel passato al Casbah Coffee Club, un piccolo museo in Haymans Green,  in cui tutto è rimasto uguale dall’ultimo concerto dei Beatles. Il vostro cicerone sarà Roag Best, fratello di Pete Best, il primo batterista dei Beatles e saprà raccontarvi aneddoti e curiosità sul gruppo e sul club.

 

 

Siete pronti per il Beatles Liverpool tour 2016? Su Fly Go trovate tutti i voli per Liverpool!

 

Approfondisci