Madrid

Cosa vedere a Madrid: 5 posti che vi consigliamo di non perdere

Madrid, una tra le più belle città della Spagna, vanta un’offerta di attrazioni davvero ricchissima. Sono difatti molti i luoghi madrileni che meritano una visita, a partire dalla sua strada principale, regina dello shopping e della movida, ovvero la Gran Via, e per non parlare dei bellissimi parchi che ornano la città, uno su tutti il famoso Parco del Buen Ritiro. Ma non lascia a desiderare neppure la proposta culturale e artistica, tanto che è impossibile resistere al fascino dall’arcinoto e poderoso Prado, alla bellezza del Museo Reina Sofia e dei tanti altri musei che impreziosiscono la città. “Cosa vedere a Madrid” potrebbe essere, allora, il titolo di una lunghissima lista, se non fosse che in questa sede non ci preme ribadire i già più che noti luoghi turistici che, sebbene siano ugualmente imperdibili, saranno probabilmente nel vostro itinerario ancor prima di prenotare eventuali voli low cost per Madrid. Oggi, in onore del bello e dello spirito madrileno autentico, vi raccontiamo 5 posti che, secondo noi, vale davvero la pena annotare affinché non vi sfuggano nel prossimo viaggio alla volta della capitale spagnola.

Casa de campo

Casa de campo - Madrid

Casa de campo è uno dei polmoni di Madrid ed è situato a nordovest della città. Aperto al pubblico dal 1931, è il luogo ideale per immergersi nel verde e camminare tra la natura in sentieri che possono impegnare piacevolmente anche per un paio di ore. È possibile raggiungere il gigantesco parco attraverso il teleférico che parte da Parque del Oeste e in 11 minuti porta a Casa de Campo, regalando, durante il breve viaggio, una meravigliosa panoramica della città. L’estensione dell’area, un tempo utilizzata dai reali per la pratica della caccia, è tanto grande da contenere all’interno un parco divertimenti con più di 40 attrazioni, un’enorme zoo e un acquario.

 

Catedral de Justo

Catedral de Justo

Alle porte di Madrid, nella località di Mejorada del Campo, che dista circa 20 minuti dalla capitale, c’è una suggestiva basilica cristiana non consacrata, edificata, sebbene sia ancora da ultimare, per mano di un solo uomo e nessuna squadra di operai. Justo Gallego Martínez, né architetto, né prete, ma enormemente devoto e determinato. Nel corso di più di 50 anni – era il 1961 quando iniziò i primi lavori di costruzione – Justo ha ricevuto di volta in volta degli aiuti indipendenti per la realizzazione di questa immensa opera artistica, costituita soprattutto da materiali di riciclo o donatagli dalle aziende edili. Oltre al suo interessante aspetto perennemente incompiuto, che le dona un fascino davvero unico, ciò che rende speciale la Catedral de Justo, per la cui costruzione non giungono aiuti o sussidi da parte della Chiesa e tantomeno da altre istituzioni, è la dedizione dell’uomo che le ha dato vita, dedicando la sua intera esistenza a questa maestosa impresa.

 

Barrio de Chueca

Chueca

Chueca è uno dei principali quartieri madrileni, molto caro alla comunità gay sin dal gay pride del 2007; tant’è vi si trovano molti negozi LGBT fiendly. L’intera area del barrio de Chueca è gremita di locali interessanti, apparendo nel complesso una zona vivace e attrattiva. Il quartiere, situato al nord della Gran Via, arteria principale di Madrid, ha il suo baricentro nella Plaza de Chueca, attorno cui si snoda. Il nome “ Chueca” deriva da Federico Chueca, compositore di zarzuela vissuto tra l’ottocento e il novecento. Una visita in questo famoso quartiere è altamente consigliabile, dunque una volta acquistati dei voli low cost per Madrid non perdetevi la sua pecularietà.

 

El Rastro

El Rastro

El Rastro, che si espande nell’area della Ribera de Curtidores, è in assoluto il mercato più popolare della città e le sue origini risalgono al XV secolo. Nelle mattine dei giorni di festa e ogni domenica, raccoglie più di un migliaio di venditori, tanto che è possibile trovarvi qualunque tipo di merce: da libri a vestiti usati, e ancora dai dischi di musica a cianfrusaglie varie. Amato sia dai madrileni che dai turisti, il visitatore potrà assaporare le famose tapas mentre potrà acquistare oggetti d’antiquariato, artigianali, o qualunque altra merce molto particolare. El Rastro è un luogo in cui si respira la vera essenza madrilena, e che propone un misto tra cultura popolare e svago, difatti è famoso per le sue taverne e bar. Molto interessanti anche le sue strade a tema, come la San Cayetano, che accoglie soprattutto negozi di arte ed è per questo soprannominata “la strada dei pittori”.

 

Tempio di Debod

Tempio di Debod

Il Tempio di Debod sorge ad ovest della plaza de España ed è un suggestivo tempio egiziano, omaggio dell’Egitto alla Spagna, e risalente al 200 a.c. Il tempio di Debod era collocato originariamente nella piccola cittadina omonima che sorge sulle sponde del Nilo. Il tempio di Debod, sebbene fosse dedicato al dio Amon di Debod, andava a completare idealmente l’enorme santuario della del Iside, situato più a nord, sull’isola di Philae. Il tempio fu donato dall’Egitto alla Spagna come segno di riconoscenza per l’aiuto spagnolo nel salvataggio dei templi della Nubia, minacciati dalla costruzione della diga di Assuan.

 

Vola in Spagna con dei voli low cost per Madrid, cerca e trova l’offerta per te su Fly Go!

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *