Casina Vanvitelliana

Posti da Visitare in Italia: itinerario tra luoghi magici, particolari e suggestivi.

La penisola italiana è uno scrigno di luoghi assolutamente speciali e città d’arte che contengono splendori inestimabili. Ci sono posti da visitare in Italia che, benché meno noti rispetto a quelli che si trovano sulle guide turistiche tradizionali, sono decisamente imperdibili. Ecco un excursus che attraversa l’Italia dal nord al sud, segnalando alcuni dei siti più singolari e curiosi da visitare almeno una volta; organizzando una gita fuori porta per raggiungere i più vicini, o un breve viaggio per giungere fino a quelli più distanti. Di seguito alcuni dei luoghi più magici da scoprire, ovvero posti particolari, permeati di un’atmosfera incantata. Se è sempre positivo tenere a mente qualche meta interessante per dedicarvi un eventuale weekend vacanziero, un itinerario dal sapore fiabesco che vi guidi tra parchi, borghi e città abbandonate dall’indiscusso fascino, vi sarà certamente d’aiuto.

 

Il Giardino dei Tarocchi – Capalbio

Il Giardino dei Tarocchi

Photo Credits: Alessandro Bonvini http://bit.ly/1JktDl6]

Il Giardino dei Tarocchi si trova in località Garavicchio, frazione comunale di Capalbio (GR) in Toscana. Il parco artistico è stato progettato da Niki de Saint Phalle, artista franco-statunitense, e aperto al pubblico nel 1998. All’interno del giardino vi sono statue, molte delle quali dall’enormi dimensioni, che traggano ispirazione dalle figure degli arcani maggiori dei tarocchi e realizzate con mosaici di ceramiche colorate e specchi.

 

Il Parco dei Mostri di Bomarzo – Viterbo

Parco dei Mostri

Ideato dall’architetto Pirro Ligorio su commissione del Principe Pier Francesco Orsini, il Parco dei Mostri è situato nei paraggi di Bomarzo, provincia di Viterbo. L’inaugurazione del complesso monumentale, che si presenta come un anfiteatro naturale, risale al 1547. Le figure mitologiche che abitano il parco, di genere grotesque, sono opere scultoree di sommo splendore.

 

Casina Vanvitelliana – Bacoli

La Casina Vanvitelliana

La Casina Vanvitelliana è sita su una piccola isola del Lago Fusaro, comune di Bacoli. Fu ideata e realizzata dal 1752 al 1782 da Luigi Vanvitelli e il figlio Carlo Vanvitelli per la famiglia Borbone e per essere utilizzata come Casino Reale di Caccia. Il suggestivo edificio compare in più film, tra cui “Ferdinando e Carolina”, di Lina Wertmüller e in “Luca il contrabbandiere” di Lucio Fulci. Tra gli abitanti della zona vi è la convenzione che la casina abbia fatto da sfondo anche al noto lungometraggio di Comencini, “Le avventure di Pinocchio”, quando invece il film fu girato sui laghi viterbesi.

 

Castello di Sammezzano – Reggello

Sammezzano la sala dei gigli

Il coloratissimo Castello di Sammezzano si trova nel comune di Regello, in provincia di Firenze. L’edificio principale è stato edificato nel 1605 su commissione degli Ximenes D’Aragona ed è una costruzione in stile moresco, dunque ispirata a una tipologia di arte islamica nata nei secoli XI-XV. A circondare il castello vi è un magnifico parco con piante esotiche, con un ponte e una grotta artificiale, costruito per volere di Ferdinando Panciatichi. Il Castello di Sammezzano è anche una delle location del film di Matteo Garrone, girato nel 2015, “Il racconto dei racconti – Tale of Tales”.

 

Civita di Bagnoregio – Viterbo

Civita di Bagnoregio

È denominata la “città che muore” per via della continua erosione subita della collina in cui il borgo sorge. La vallata circostante è caratterizzata infatti dai calanchi. La frazione è abitata da una dozzina di persone ed è raggiungibile solo attraverso un ponte pedonale. Così, Civita di Bagnoregio appare un luogo suggestivo e isolato dal mondo. Durante il periodo natalizio le vie medievali del borgo diventano sfondo per il presepe vivente. Civita di Bagnoregio è tra i siti iscritti all’associazione dei Borghi più belli d’Italia.

 

Balestrino – Savona

Balestrino - Savona

Il Borgo vecchio di Balestrino, provincia di Savona, è disabitato e in rovina, ma conserva un fascino assolutamente unico – sebbene dal 2013 l’accesso alla zona sia stato precluso per pericoli di crolli. La zona infatti ha sempre presentato problemi di instabilità, e nel 1962 circa gli abitanti del borgo si trasferirono a valle, abbandonando la frazione.

 

Alberobello – Bari

Trulli alberobello

Alberobello è situato in provincia di Bari ed è famoso per le abitazioni che lo popolano, ovvero i trulli che sono patrimonio dell’umanità dell’Unesco dal 1966. L’origine dei trulli è ricondotta a un editto del Regno di Napoli del XV secolo che imponeva una tassa sui nuovi insediamenti urbani. Per sottrarsi al pagamento del tributo i conti di Conversano, possessori del terreno in cui vi è oggi Alberobello, fecero in modo che i cittadini mandati nella zona edificassero delle abitazioni a secco e facili da disfare.

 

Raggiungi i più bei posti da visitare in Italia con dei voli low cost!

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *