Bruges cosa vedere in un weekend romantico

Bruges cosa vedere: state progettando una fuga romantica? Questa città in Belgio è perfetta per una vacanza all’insegna dell’amore.
Seguite i nostri consigli per vivere un weekend indimenticabile!

Bruges cosa vedere

La vostra vacanza romantica a Bruges inizia con la giusta scelta dell’alloggio, la cittadina offre numerose Chambres d’hôtes e bed and breakfast tipici della Francia e del Belgio, arredati a seconda delle tradizioni del posto. Questo dettaglio li rende davvero pittoreschi e perfetti per immergersi completamente nello spirito della città e dei suoi abitanti.

Bruges cosa vedere

Il vostro tour può iniziare dalla piazza del mercato, il Grote Markt, dalla quale partono gran parte delle carrozze che vi porteranno ad esplorare il magnifico centro della città.
Una volta scesi recatevi al Minnewaterpark, nel mezzo del parco si trova il Lago dell’Amore.
La leggenda narra che le coppie che si baciano sulle sponde di questo lago, popolato da bianchissimi cigni, rimangano insieme per sempre, romantico no? 
Nel parco, inoltre, è possibile stendersi sull’erba, approfittatene per un picnic solo voi due!
Proseguite, poi, verso il Beghinaggio, un complesso di casette bianche in cui alloggiavano le beghine, donne laiche di fede cattolica che aiutavano i mendicanti e fornivano un servizio alla comunità. Il Begijnhof De Wijngaard, bene protetto dall’Unesco dal 1998, racchiude un suggestivo cortile in cui passeggiare mano nella mano, tra prati fioriti e ponticelli.

Bruges cosa vedere

Se volete assaggiare le delizie del luogo, dirigetevi verso il centro e incontrerete i tipici chioschi che vendono le tradizionali patatine fritte belga, da gustare sul Ponte di San Bonifacio, detto anche il Ponte degli Innamorati, da cui, inoltre, è possibile godere di una bellissima vista della Chiesa di Nostra Signora edificata tra il XIII e il XVI secolo.

Bruges cosa vedere

Dopo aver passeggiato per le vie ciottolate del centro ed essere entrati nei negozietti caratteristici, vi invitiamo a vedere la città da una prospettiva diversa, quella del fiume.
I battelli partono a ogni ora del giorno e in 30 minuti vi permetteranno di esplorare i canali e vedere la città specchiarsi sull’acqua, un’esperienza davvero indimenticabile, soprattutto al tramonto.

Concludete il vostro weekend con una cena a lume di candela in un ristorantino tipico a Huidenvettersplein, la Piazza dei Conciatori: la sera si trasforma in un luogo magico che sembra davvero uscito da un libro di fiabe.

Bruges cosa vedere:

Noi ci siamo già innamorati di questa città, e voi? Su Fly Go trovate tutti i voli per il Belgio!

Approfondisci  

Dublino 2016 cosa vedere: sulle tracce di James Joyce!

Dublino 2016 cosa vedere e quali luoghi visitare per ripercorrere i passi di James Joyce attraverso le vie e le tradizioni della capitale irlandese.

Dublino 2016 cosa vedere

James Joyce nacque nel 1882 a Dublino, città in cui visse solo 22 anni, prima di partire per un esilio auto imposto con la compagna di vita Nora.
Il suo rapporto con la città natale è stato molto controverso ma ha anche rappresentato la massima fonte di ispirazione per la stesura delle sue opere, ad oggi studiate e conosciute in tutto il mondo, per questo, visitare la capitale irlandese vi proietterà all’interno dei suoi romanzi e dei suoi racconti, ricchi di riferimenti ai luoghi e alle tradizioni della città.
Di seguito vi diamo qualche consiglio riguardo i periodi e i luoghi giusti per una vivere una vacanza sulle tracce dell’autore che ha dato vita alla corrente Modernista.

Dublino 2016 cosa vedere

Ogni appassionato di letteratura conosce Ulisse, uno dei lavori più celebri dello scrittore, ambientato a Dublino nell’arco della giornata del 16 giugno 1904. Ogni anno, in questa stessa data, la città festeggia il Bloomsday, il cui nome deriva da quello del protagonista del romanzo: Leopold Bloom.
Durante questo evento hanno luogo letture, festeggiamenti e adattamenti teatrali del romanzo nei luoghi più citati dall’artista come il Davy Byrne’s pub e la Sweny’s Pharmacy.
Se non avete l’occasione di visitare la città durante il 16 giugno, niente paura, vi basterà mettere in valigia Gente di Dublino, Ulisse o le Poesie da un Soldo per riuscire a vedere con i vostri occhi Eveline, Polly, Leopold e tutti i personaggi vittime della “paralisi” di cui Joyce ci racconta le storie e i sogni infranti.

Dublino 2016 cosa vedere:

Cominciate a scoprire la città con una visita al James Joyce Center in North Great George’s Street, il centro che ospita i maggiori eventi che riguardano la promozione della vita dello scrittore e delle sue opere.
Dublino 2016 cosa vedere

Passate poi in Great Denmark Street per vedere il luogo a cui l’autore è rimasto più affezionato e che lo ha formato fino ai 16 anni contribuendo all’inizio della sua carriera: il Belvedere College in cui, inoltre, sono ambientati i primi capitoli di Ulisse.
Leopold Bloom alloggiava in 7 Eccles Street, adesso questo edificio è un’ospedale, il Mater Private Hospital ma, passandoci davanti, potreste ancora riuscire a vedere il protagonista che prepara la colazione alla moglie Molly. Per vedere la porta originale della loro abitazione recatevi al già citato James Joy Center.

Dublino 2016 cosa vedere

Non dimentichiamoci, però, delle altre personalità letterarie originarie del paese: presso il Dublin Writers Museum, a Parnell Square, potrete soddisfare tutte le vostre curiosità sul nostro scrittore e su: Beckett, Shaw, Swift, Wilde e Yates.
Nel sesto capitolo di Ulisse, il protagonista si reca al funerale di Paddy Dignam al Glasnevin Cemetery, qui riposano molti personaggi conosciuti in Irlanda come Charles Stewart, Daniel O’Connell e Michael Collins ed è un luogo molto affollato dagli appassionati del romanzo durante il Bloomsday.
Attraversate il fiume Liffey e, all’altezza del General Post Office in Prince’s Street, immaginate di trovarvi davanti al Freeman’s Journal, distrutto nel 1916, dove Leopold Bloom lavorava come agente pubblicitario.
A questo punto addentratevi in Duke Street ed entrate nel Davy’s Byrne Pub per bere una birra e respirare l’aria novecentesca che aleggia ancora in questo locale in cui Leopold incontrò l’amico Nosey Flynn nell’ottavo capitolo del romanzo.

Dublino 2016 cosa vedere

Per i veri appassionati consigliamo una visita alla Sweny’s Pharmacy in cui il tempo si è fermato al 1904, grazie ai volontari che hanno deciso di conservarla esattamente come descritta nel romanzo. All’interno avrete la possibilità di leggere i libri donati dalla cittadinanza e di acquistare il profumato sapone al limone che ha reso il negozio famoso.
Il nostro tour si conclude dove tutto ebbe inizio, a Sandycove presso la James Joyce Tower, costruita nell’800 per difendere la città dalle armate napoleoniche. Qui l’autore ambientò il primo capitolo di Ulisse dando vita a una delle opere più apprezzate della letteratura. La torre è stata trasformata nel Joyce Museum, dove potrete trovare una ricostruzione dell’abitazione dello scrittore e altre attrazioni a lui dedicate.

Dublino 2016 cosa vedere

Dublino 2016 cosa vedere: Ora che Dublino e James Joyce non hanno più segreti per voi cosa aspettate? Su Fly Go trovate tutti i voli per Dublino!

Approfondisci  

Città europee da visitare 2016: idee d’autunno

Città europee da visitare 2016: dieci splendide città da scoprire

Oggi vi sveliamo le città europee da visitare nel 2016: dieci luoghi ancora poco conosciuti ma che non hanno nulla da invidiare alle mete turistiche più frequentate.

Bratislava, Slovacchia

Città europee da visitare 2016

 

È la capitale culturale ed economica del paese, il suo centro storico pedonale racchiude tutti i siti d’interesse della città tra cui castelli, palazzi e stradine pittoresche.
Si può visitare in un paio di giorni ed è molto vicina a Vienna e Budapest: perfetta per un weekend fuori-porta.

Castelsardo, Italia
Castelsardo è un piccolo borgo medievale che si trova in Sardegna, costruito su una parete rocciosa e circondato dal mare, racchiude ancora usanze e tradizioni antiche e suggestive, come la processione dei Lunissanti che si tiene da secoli ogni lunedì della Settimana Santa. Il nome del borgo deriva dal castello della famiglia Doria che, dalla sua posizione a picco sul mare, sovrasta la città e porta con sé mille anni di storia dell’isola.

Colmar, Francia

Città europee da visitare 2016

Questa piccola città vi incanterà con il suo paesaggio fiabesco e le sue Maison à colombages, le casette a graticcio tipiche dell’Europa centrale. Tra le tappe obbligate ci sono il suggestivo quartiere che prende il nome di “piccola Venezia”, grazie alla sua posizione sulle sponde del fiume e la magnifica cattedrale gotica dedicata a San Martino.

Dinant, Belgio
La città è stata costruita sulla parte alta del fiume Mosa, le casette colorate che si specchiano nell’acqua e i castelli che la circondano vi trasporteranno in un libro di fiabe. A Dinant troverete anche la suggestiva cattedrale di Notre Dame di origine gotica e la dimora di Adolphe Sax, inventore del sassofono, celebrato spesso con concerti nelle strade del centro storico.

Kotor, Montenegro

Città europee da visitare 2016

Il centro storico di questo piccolo borgo fa parte dei beni protetti dall’Unesco dal 1979, è visitabile in poche ore a piedi ma ad ogni angolo vi fermerete ad osservare le secolari chiese medievali e i palazzi nobiliari che lo caratterizzano. Kotor, inoltre, è conosciuto come il fiordo del mediterraneo e, per vederlo in tutta la sua bellezza, potrete percorrere il sentiero che sale fino alla Fortezza di San Giovanni, sono più di 1500 scalini ma la vista è incantevole!

Locarno, Svizzera
Grazie alla sua posizione sul Lago Maggiore e alla sua piccola stazione sciistica, Locarno è una meta perfetta per una vacanza sia invernale che estiva. Un giro in barca sul lago è imperdibile, così come una passeggiata nella città vecchia, che ha mantenuto la sua identità negli anni e ospita ristoranti e negozi caratteristici. Locarno, inoltre, è sede tutto l’anno di eventi sportivi e festival conosciuti in tutta Europa.

Lubecca, Germania
Un tempo capitale della Lega Anseatica, questa città è un piccolo gioiello gotico della Germania. Il centro storico, ricco di storia e curiosità, bombardato durante la Seconda Guerra Mondiale e poi ricostruito, divenne bene culturale protetto dall’Unesco nel 1987. Lubecca è conosciuta, inoltre, per essere stata la dimora di due premi Nobel: Thomas Mann e Günter Grass, le cui abitazioni sono oggi trasformate in musei.

Meteora, Grecia

Città europee da visitare 2016

Meteora, che tradotto dal greco significa “in mezzo all’aria”, è una località in cui gli eremiti trovarono la loro dimora nel XI secolo, prima costruendo accampamenti rudimentali e poi, nel XIV secolo, iniziando a edificare i monasteri sulla sommità delle colline, letteralmente tra le nuvole. Dei 24 monasteri originali, oggi purtroppo ne rimangono solo 6 visitabili, ma non rimarrete delusi: all’interno sono meravigliosamente affrescati e dalla loro cima è possibile osservare un panorama mozzafiato dell’ambiente circostante.

Pirano, Slovenia
Visitando Pirano, sulla costa adriatica, avrete l’impressione di passeggiare all’interno di un’opera d’arte, gli edifici gotici del centro storico sono meravigliosi e i vicoli sfociano in grandi e suggestive piazze. Il Duomo di San Giorgio, risalente al XII secolo, si trova sopra la città e offre uno splendido panorama da cartolina della città.

Ronda, Spagna

Città europee da visitare 2016

Ronda, in Andalusia, sorge su uno strapiombo di oltre 150 metri e la sua bellezza vi lascerà senza fiato. Durante i secoli è stata abitata da popolazioni diverse che hanno lasciato le tracce del loro passaggio. Ad esempio, grazie all’insediamento dei Mori nel VIII secolo, possiamo osservare gli antichi Bagni Arabi che hanno conservato la loro particolare struttura architettonica, e le mura che, circondando la città, l’hanno resa inespugnabile per anni.

 

Città europee da visitare 2016: non perdetene nemmeno una, prenotate il vostro volo con Fly Go!

Approfondisci